Così il cielo e i pianeti celebrano l’arrivo del nuovo anno

Stelle cadenti, congiunzioni astrali e SuperLuna: il cielo ha deciso di celebrare il 2022 regalandoci i primi e straordinari spettacoli dell'anno

Il nuovo anno inizia con gli occhi puntati verso il cielo, e non solo per gli spettacoli pirotecnici che salutano il 2022. A regalarci lo show più bello di sempre, infatti, saranno le stelle e i pianeti che danzeranno e si avvicineranno dando vita ad alcune delle congiunzioni astrali più straordinarie degli ultimi anni. Ma non solo, ci saranno anche le stelle cadenti e la Luna, ancora più grande e candida.

Il nuovo anno che stiamo inaugurando sarà ricco di fenomeni da ammirare a testa in su, e che ci lasceranno col fiato sospeso. È questo il momento migliore per pensare alla programmazione di nuovi viaggi, meglio ancora se questi ci conducono nelle nuove destinazioni dell’astroturismo, quelle che ci consentono di osservare il cielo in tutta la sua bellezza grazie all’assenza di inquinamento luminoso. Calendario alla mano, ecco le date da segnare per assistere agli spettacoli più belli che metterà in scena il cielo questo 2022.

La stella cometa di Natale che ci ha accompagnato negli ultimi giorni del 2021 sarà ancora visibile nel nostro cielo, si tratta di Leonard e del suo viaggio per raggiungere il Sole. L’ultimo giorno utile per avvistarla è il 3 gennaio, dopo di che questa sparirà per sempre dal nostro sistema solare.

Insieme a lei faranno capolino nel nostro cielo anche le Quadrantidi, meteore che si irradiano da un’area vicina alla costellazione di Boote, e che inaugureranno con la loro presenza il nuovo anno. Il picco massimo della visibilità delle stelle cadenti invernali sarà tra il 2 e il 3 gennaio. È questo il momento perfetto per esprimere i nostri desideri per questo 2022.

Le prossime stelle cadenti, invece, torneranno a farci compagnia a metà aprile con l’arrivo delle Liridi, lo sciame meteorico creato dal passaggio cometa G1 Thatcher. Ma prima un altro evento ci terrà compagnia, si tratta della congiunzione tra Mercurio e Saturno che avverrà poco prima della primavera, il 2 marzo del 2022.

Per osservare la prima eclissi solare del 2022, invece, dovremmo attendere il 30 aprile, mentre per quella totale lunare il 16 maggio, che però sarà visibile dall’Italia solo in maniera parziale.

Ovviamente, anche quest’anno potremmo assistere allo spettacolo più bello e suggestivo di sempre, quello della Superluna, il fenomeno che ci restituisce la sensazione di poter toccare il satellite naturale con un dito. Ce ne saranno diverse da ammirare tra maggio, giugno, luglio e agosto ma gli esperti confermano che quello del 13 luglio del 2022 sarà l’evento astronomico più bello di sempre perché la Luna sarà vicinissima alla nostra Terra. Disterà, infatti, “solo” 357.000 chilometri.