In Estonia, l’incredibile maratona tra le saune

Un’originale iniziativa per raccontare la cultura estone delle saune e i loro benefici (ma in formato maratona)

In certi posti del mondo il freddo è una cosa seria e resistere alle temperature rigide non è sempre facile. In Estonia, però, ogni inverno si riuniscono persone da tutto il mondo per partecipare ad un’originale iniziativa: la Maratona europea di Sauna a Otepää.

L’obiettivo della maratona è quella di rendere più luminoso e divertente uno dei periodi più freddi dell’anno. Febbraio infatti è uno dei mesi più difficili nel minuscolo Paese del Nord Europa che si affaccia sul Mar Baltico, e per sopravvivere gli abitanti se le inventano un po’ tutte. Le temperature durante la competizione sono costantemente al di sotto dello zero, intorno ai -6 gradi. E, anche quest’anno, il clima non ha fatto eccezione: il 2 febbraio i termometri della piccola città di meno di 4.000 persone hanno raggiunto il limite di -1°C. L’effetto serra e lo scioglimento dei ghiacci sembrano non intaccare sulla peculiarità della gara, il freddo glaciale.

Ma come funziona esattamente questa maratona? Non è chiaramente una corsa tradizionale, quasi impossibile da sopportare con queste temperature. Ma è, per l’appunto, una maratona tra le saune.

In Estonia le persone utilizzano le saune da secoli e nel 2014 l’UNESCO le ha inserite come patrimonio culturale immateriale dell’umanità. Cosa rappresenta la sauna per gli estoni? Non è solo una semplice stanza calda, ma molto di più: è un luogo di aggregazione dove anche le persone più timide possono rilassarsi e chiacchierare in libertà. La sauna ha inoltre numerosi benefici per la salute che, insieme ad un’alimentazione corretta e all’attività sportiva, possono essere considerati basilari per la perfetta forma fisica.

I “corridori” sono tutti in perfetta tenuta da sauna e, con i loro costumi da bagno striminziti, combattono il freddo passando da una stazione termale all’altra con un continuo effetto caldo-freddo, un toccasana per la circolazione e un modo per prevenire le malattie cardiache.

Per partecipare alla Sauna Marathon bisogna creare la propria squadra formata da 4 persone e, allo scoccare del mezzogiorno, si parte. Le stazioni da raggiungere sono 19 e ad ogni sosta le squadre devono eseguire 3 azioni: passare 3 minuti nella sauna, immergersi in una vasca idromassaggio a legna e, infine, almeno uno dei membri della squadra deve tuffarsi nell’acqua gelata.

In realtà la Sauna Marathon non è proprio una gara di velocità perché le squadre possono anche spostarsi con auto o furgoni e i vincitori vengono selezionati a caso (questo per garantire che nessuno superi i limiti di velocità durante la guida e per questioni di sicurezza).

Insomma, più che una vera gara è un divertente momento di aggregazione e un appuntamento immancabile ogni anno. Durante la maratona, la vera competizione è tra le stazioni termali che fanno a gara ad essere il più accoglienti possibile offrendo ai “runners” musica dal vivo, birra gratis e snack caldi come la famosa carne affumicata.

 

In Estonia, l’incredibile maratona tra le saune