È come entrare in un quadro: le mostre immersive da non perdere

Puoi entrare nei capolavori artistici più straordinari di sempre grazie all'immersive art experience. Ecco tutti gli appuntamenti da non perdere in Europa

Sono finiti i tempi in cui l’arte poteva essere osservata solo da lontano e contemplata in quel rapporto uno a uno nel quale a distanza cercavamo di scrutare i dettagli e i veri significati dei più grandi capolavori del nostro secolo e non solo. Ora, infatti, abbiamo la possibilità di entrare e immergerci totalmente nelle opere d’arte degli artisti più celebri di tutto il mondo grazie alle mostre immersive.

Sono digitali, innovative e straordinarie, sono esposizioni che ci catapultano negli universi surreali e straordinari di quei quadri e di tutte quelle opere che abbiamo sempre osservato in maniera bidimensionale. E non è più quella essere protagonista, ma siamo noi a diventarlo potendoci immergere direttamente nelle opere dei nostri artisti preferiti.

A Londra, a Parigi e in Italia queste mostre immersive, virtuali e coinvolgenti, ci trasportano all’interno di nuovi spazi concreti, facendoci vivere esperienze sensoriali davvero uniche. Sono proposte da istituzioni artistiche o da musei che hanno fatto dell’immersive art experience una proposta incredibile e fuori dall’ordinario. Scopriamo insieme gli appuntamenti imperdibili dei prossimi mesi in Europa.

Atelier DesLumières, Monet, Renoir... Chagall

Atelier DesLumières, Monet, Renoir…Chagall, Viaggi nel Mediterraneo

Le mostre all’Atelier des Lumières

Atelier des Lumières è una vera e propria istituzione in questo campo, si tratta infatti del primo museo digitale di Parigi e, dalla sua apertura nel 2018, ha attirato migliaia di visitatori provenienti da tutto il mondo. Le mostre immersive proposte sono tantissime e portano in scena i grandi nomi che hanno cambiato la storia dell’arte come Dalì, Gaudì e Klimt.

Fino al 2 gennaio, all’interno del museo, è possibile toccare con mano l’universo straordinario e suggestivo degli artisti francesi grazie alla mostra Monet, Renoir… Chagall, Viaggi nel Mediterraneo.

Klimt al Bassins de Lumières

Seguendo il modello francese, a Bordeaux è stato inaugurato nel 2020 il Bassins de Lumières. Si tratta di un museo costruito all’interno di una vecchia base sottomarina utilizzata durante la Seconda Guerra Mondiale. Lo spazio è ricco di suggestione e trasporta i visitatori negli universi straordinari pensati e ideati dai più grandi artisti dei secoli scorsi.

Qui, fino al 2 gennaio, va in scena Gustav Klimt, proprio l’artista che ha inaugurato il grande spazio più di un anno fa. Quando il sole tramonta e il buio scende, il museo s’illumina di bellezza: i mosaici e i colori dell’artista vengono proiettati sulle pareti, sui soffitti e sui pavimenti, riflettendosi nell’acqua. Così ha inizio il nostro viaggio tra i capolavori del pittore austriaco.

Viva Frida Kahlo al Lichthalle MAAG di Zurigo

Ci spostiamo ora a Zurigo per entrare nella mente e nelle opere della più grande artista del secolo scorso. Al Lichthalle MAAG di Zurigo, il primo immersive art experience museum del Paese, va in scena la mostra Viva Frida Kahlo – Immersive Experience.

Ci sono i fiori, gli animali esotici e i simboli che hanno caratterizzato l’intera esistenza dell’artista. Ci sono anche gli autoritratti e una voce che guida i visitatori alla scoperta della storia di un’icona, la donna che ha cambiato l’arte del secolo e il mondo intero.  Inaugurata il 22 settembre del 2021, in concomitanza con l’apertura del museo, la mostra dedicata a Frida Kahlo resterà aperta fino al 2 gennaio del 2022.

Van Gogh – The Immersive Experience

Da oltre un anno, la mostra immersiva dedicata al più grande artista di sempre, sta incantando gli occhi dei cittadini del mondo intero. L’esposizione itinerante, attualmente fa tappa a Berlino e si sposterà nella primavera del 2022 a Vienna. Si tratta di un vero e proprio spettacolo multimediale disegnato a immagine e somiglianza di Van Gogh.

I dipinti dell’artista vengono proiettati sulle pareti, sui soffitti e sui pavimenti, mentre i visitatori che attraversano le sale espositive sono completamente inglobati nel mondo del pittore olandese.

Van Gogh, Starry Night mostra

Van Gogh, Starry Night

The Immersive Light Experience a Milano

Anche l’Italia ha le sue esperienze sensoriali, immersive e straordinarie. A Milano è stata inaugurata Aura – The Immersive Light Experience all’interno della Fabbrica del Vapore. Si tratta di un’esposizione completamente digitale all’interno del quale i visitatori sono chiamati a lasciarsi andare a un tripudio di luci, colori e vibrazioni in quella dimensione surreale e inaspettata.

Chi entra all’interno della struttura, diventa immediatamente protagonista di un’opera d’arte dinamica che si muove seguendo i passi e le interazioni delle persone all’interno dell’ambiente. Aura – The Immersive Light Experience sarà accessibile fino al 9 gennaio negli spazi della Fabbrica del Vapore di Milano.

Silent Fall, la foresta incantata a Londra

Ci spostiamo ora a Londra per catapultarci all’interno di una mostra che mette in scena il lato più magico e suggestivo della natura. Questa volta non ci sono quadri d’epoca da esplorare, ma una foresta incantata che occupa lo spazio temporaneo del Superblue al 6 di Burlington Gardens.

La mostra installazione Silent Fall, mette in scena una suggestiva foresta incantata creata dal duo di artisti AA Murakami, dove alberi automatizzati e meccanici rilasciano bolle, nebbia e profumi caratteristici della natura, come quelli del muschio e del pino, mentre specchi e luci installati nell’ambiente fanno il resto. Una mostra sensoriale ed immersiva da non perdere, visitabile entro l’estate del 2022.

Le Infinity Mirrored Rooms di Yayoi Kusama a Londra

Restiamo sempre a Londra per partecipare a una delle mostre immersive più incredibili e imperdibili di sempre. È nella città che non dorme mai che sono arrivate le stanze straordinarie, sensoriali e suggestive dell’artista giapponese Yayoi Kusama. L’appuntamento con le Infinity Mirrored Rooms è al Tate Modern fino al 12 giugno 2022, ma i biglietti di accesso sono già in esaurimento.

Probabilmente le stanze di Yayoi Kusama non hanno bisogno di presentazioni dato che sono le protagoniste assolute dei feed di Instagram e che sono attesissime dai cittadini di tutto il mondo. All’interno di questi ambienti espositivi i visitatori possono sperimentare un nuovo modo di fare arte diventano i protagonisti di uno spazio infinito che cambia e si trasforma.

Ci sono gli specchi e i giochi di luce, ci sono i colori in movimento e le trame psichedeliche che incantano e coinvolgono. Le stanze buie si illuminano di centinaia e migliaia di luci bianche e colorate che appaiono sul soffitto, sulle pareti e sui pavimenti e si molteplicano. Le Infinity Mirrored Rooms di Yayoi KusamaDelle scatole magiche in cui perdersi e immergersi.

Infinity mirror rooms

Infinity mirror rooms

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

È come entrare in un quadro: le mostre immersive da non perdere