Egitto, apre il Museo di Sohag: inaugurato dopo 25 anni

È tra i musei più grandi dell’Alto Egitto e al suo interno sono esposti 945 reperti della zona

Un progetto durato 25 anni, che ora ha visto la luce. È quello per la realizzazione del Museo Nazionale di Sohag sulle sponde del Nilo nell’omonima città.

A pesare sulle tempistiche interruzioni delle opere per diverse cause, non da ultime quelle relative alla mancanza di fondi, dovuti anche all’elevato costo che si è dovuto coprire per la realizzazione del museo: circa 3,5 milioni di euro.

È tra i musei più grandi dell’Alto Egitto e al suo interno sono esposti 945 reperti che provengono tutti dalla zona. Sei le sezioni per un viaggio cronologico attraverso la storia, ma anche la cultura di questa area. Fra gli approfondimenti: regalità, famiglia, senza dimenticare la cucina e la fede.

Approfondimenti anche dedicati alla città di Sohag, che è una delle più antiche dell’Egitto ed è importante perché è stata sede di faraoni delle dinastie più antiche.

La forma dell’edificio richiama quello di due mastabe messi una sopra l’altro. Si tratta di un particolare tipo di tomba monumentale che veniva utilizzata durante le prime fasi della civiltà egizia.

Museo nazioanle Sohag in alto egitto

Tra i numerosi reperti, quello forse più prezioso è una statua che raffigura un comandante dell’esercito della VI Dinastia, Wini, unico noto al momento. E poi i bassorilievi di Seti I, una statua del figlio Ramses II e un piccolo manoscritto che racconta una storia d’amore ambientata nell’Arabia del VII secolo. Insieme a tutto questo si possono ammirare tessuti, tra cui anche un pezzo di Kiswa, lo stesso che copre Ka’ba della Mecca, vasi, dipinti, costumi tradizionali e gioielli.

Il Museo è grande circa 8 mila metri quadrati disposti su due piani affacciati sul Nilo. Nei pressi si trova anche un attracco per i traghetti turistici.

Tutto ciò che è conservato al suo interno proviene da scavi archeologici effettuati nella provincia. Il museo è il primo a essere stato realizzato in questo governatorato. La selezione dei pezzi esposti è stata fatta nel Museo Egizio del Cairo e anche nei Musei Copto, Tessile e Arte Islamica. Si tratta di strutture che si trovano tutte nella capitale egiziana.

L’edificio al suo interno richiama l’aspetto della città di Sohag: pareti in verde scuro per riprendere il colore della vegetazione del luogo, mentre lo sfondo all’interno delle vetrine è del colore della sabbia.

Interno museo nazionale sohag egitto

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Egitto, apre il Museo di Sohag: inaugurato dopo 25 anni