Gli edifici più brutti del mondo: la classifica del Telegraph

La classifica conta 30 ecomostri: c'è anche la Torre Velasca di Milano

La torre di osservazione costruita per le Olimpiadi di Londra del 2012 all’interno del Parco Olimpico è l’edificio più brutto di sempre. E’ quanto ha decretato il prestigioso Telegraph che, come ogni anno, ha stilato la classifica delle costruzioni più orride del mondo. Progettata dalle archistar Anish Kapoor e Cecil Balmond, l’ArcelorMittal Orbit o più semplicemente Orbit ha la forma della molecola del DNA, è realizzata in acciaio ed è alta 115 metri.

A Manhattan di grattacieli ce ne sono tanti, non tutti sono belli come il Chrysler o l’Empire State Building, ma il Verizon Building o 375 Pearl Street, è il più brutto in assoluto, secondo qanto sostiene il Telegraph che l’ha piazzato al secondo posto. Disegnato da Rose, Beaton Rose per la New York Telephone Company (oggi Verizon) e inaugurato nel 1975, è un imponente grattacielo che sembra non avere finestre.

Il terzo posto sul podiio è occupato dall’Aldar HQ building di Abu Dhabi. Disegnato dalla MZ Architects e inaugurato nel 2010, è il primo edificio circolare d’Arabia. E’ stato premiato come miglior esempio di design futuristico, ma il Telegraph non è d’accordo.

Tra gli edifici più originali del mondo c’è il famoso Basket Building, a forma di cestino di vimini. E’ la sede della Longaberger Company, un’azienda manifatturiera americana nello Stato dell’Ohio che produce cestini, ma non solo. A qualcuno può anche piacere, ma non al Telegraph.

Tra i più particolari c’è anche la Zizkov Television Tower di Praga. Realizzata tra il 1985 e il ’92 come esempio di architettura high tech, questa torre si trova sulla cima di una collina nel quartiere Zizkov, da cui prende il nome. La sua particolarità sta nelle sculture di piccoli bebè che cercano di arrampicarsi sulla torre.

Dalla forma stranissima, il Grand Lisboa Hotel di Macao, in Cina, è un grattacielo di 58 piani disegnato da architetti cinesi è stato aperto nel 2007. Al suo interno ospita l’hotel e il casinò considerato il più grande del mondo.

La Slovak Radio Building di Bratislava ha la forma di una piaramide rovesciata: gli architetti volevano che fosse la risposta slovacca alla Tour Eiffel.

Al 21° posto della classifica troviamo anche un edificio italiano: la Torre Velasca di Milano, uno dei simboli della città. Progettata dallo Studio BBPR e realizzata in soli 292 giorni fra il 1956 e il ’57, ospita negozi, uffici e appartamenti privati. La caratteristica forma a fungo, accentuata dalle travi oblique, è da sempre oggetto di ironie. Al Telegraph non è piaciuta. E a voi?

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Gli edifici più brutti del mondo: la classifica del Telegraph