easyJet: le nuove regole per i bagagli a mano

Con le nuove regole introdotte dal 10 febbraio stop al bagaglio grande in cabina senza supplemento

easyJet si adegua alle norme già introdotte due anni fa da WizzAir e Ryanair che permettono di portare in cabina, senza supplemento, soltanto una piccola borsa da collocare sotto al sedile davanti.

Le nuove regole sul bagaglio a mano della compagnia low cost entrano in vigore il 10 febbraio e questi sono quindi gli ultimi giorni di volo con il trolley gratuito in cabina. Da quella data, easyJet cambia il proprio regolamento sui bagagli a mano e ne limita le dimensioni per poterli ancora recare con sé senza supplemento rispetto al costo del titolo di viaggio.

Finora la compagnia britannica, a differenza delle altre, consentiva ancora di portare in cabina e sistemare nella cappelliera un bagaglio “grande”, di solito un trolley, delle dimensioni massime di 56x45x25 centimetri. Parliamo, quindi, di un trolley in grado di contenere tutto il necessario per un weekend fuori porta o un viaggio di pochi giorni.

Una possibilità gradita e sfruttata appieno dai passeggeri a livello internazionale, in particolar modo da studenti e giovani che si concedevano una breve vacanza o un fine settimana alla scoperta dell’Europa.

Il 10 febbraio, invece, cambia le regole e d’ora in poi easyJet consentirà di avere con sé in cabina senza supplemento soltanto un bagaglio a mano di dimensioni massime di 45x36x20 centimetri da collocare non più nella cappelliera ma sotto al sedile di fronte a quello del passeggero.

Resta la possibilità di avere in cabina un bagaglio a mano grande, cioè il classico trolley di dimensioni massime di 56x45x25 (incluse maniglie e ruote), per quei passeggeri che acquistano un biglietto Extra legroom o Up Front che già prevede un costo aggiuntivo. In questo caso, il bagaglio continuerà a essere riposto nella cappelliera.

In più, i viaggiatori che hanno acquistato un biglietto FLEXI e i possessori di carta easyJet plus potranno recare a bordo due bagagli.

In tutti gli altri casi, i bagagli andranno imbarcati nella stiva pagando il relativo servizio che, nelle compagnie low cost, è in aggiunta al prezzo del biglietto di volo.

Anche easyJet adotta, quindi, le regole già introdotte dalle altre compagnie, un modo per ottenere un ricavo aggiuntivo sul costo già minimo dei biglietti e un’operazione utile per agevolare e velocizzare le operazioni di imbarco.

easyjet bagaglio a mano

Bagaglio a mano

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

easyJet: le nuove regole per i bagagli a mano