È salpata la nave da crociera progettata per dire addio al mal di mare

Il suo particolare design riduce le vibrazioni e l'impatto con l'acqua rendendo il viaggio davvero soft

Foto di SiViaggia

SiViaggia

Redazione

Il magazine dedicato a chi ama viaggiare e scoprire posti nuovi, a chi cerca informazioni utili.

Dite addio al mal di mare: l’Aurora Expedition, compagnia specializzata in viaggi nell’Antartide e costruita da Ulstein, ha ufficialmente messo in acqua lo scafo X-Bow a prua “invertita” della Greg Mortimer, che riesce a fendere le onde in maniera più dolce, riducendo al minimo il dondolio da navigazione.

La Greg Mortimer
Fonte: Ufficio Stampa
La Greg Mortimer, Ph. Ufficio Stampa

Un sogno che si avvera anche per chi, fino ad ora, non è riuscito a fare il viaggio da sogno della sua vita proprio per questo motivo.

La nave è partita per la sua prima spedizione in Antartide, attraversando il Drake Passage: la sua nuova funzione X-BOW®, serve a ridurre l’effetto mal di mare ed è stata testata durante il transito dalla Cina all’Argentina, con onde che hanno superato lo scafo e fortissimi venti.

Sostanzialmente il suo design, così particolare, migliora il comfort in mare aperto perché aiuta a diminuire le vibrazioni e lo scontro contro le onde: questo le consente di mantenere anche la velocità in condizioni avverse, e attraversare più rapidamente i tratti complessi delle acque. Il Passaggio di Drake dove è stata testata, rientra proprio in uno di quei percorsi maggiormente pericolosi e leggendari, per tutte le navi in transito.

La Greg Mortimer
Fonte: Ufficio Stampa
Il design particolare della Greg Mortimer, Ph. Ufficio Stampa

Il risultato del primo viaggio è stato davvero incredibile: secondo il racconto del capitano, nonostante le onde di 8-10 metri e i venti così violenti, si è riusciti a mantenere la velocità elevata di 12-13 nodi, con la perdita di un solo nodo. Un vero successo.

La Greg Mortimer è stata sviluppata in ben quattro continenti: l’armatore SunStone Ships ha sede negli Stati Uniti, l’operatore di viaggio Aurora Expeditions è australiano, il progettista navale Ulstein è norvegese e il cantiere navale è cinese. Ora esplorerà il Continente Bianco.

“È un’esperienza totalmente diversa! In mare aperto, ho continuato ad aspettare di sbattere, ma non è mai accaduto. Non senti il ​​mare, devi imparare di nuovo come interpretare il comportamento della nave. Altre navi possono mantenere solo la metà della velocità“, ha affermato il Capitano Ulf-Peter Lindstrøm.

La Greg Mortimer
Fonte: Ufficio Stampa
La biblioteca della Greg Mortimer, Ph. Ufficio Stampa

La funzione X-BOW® è stata lanciata da Ulstein nel 2005 ed è implementata in oltre 100 navi in ​​tutto il mondo, principalmente navi offshore. Ulstein è stato per decenni uno specialista nel segmento offshore prima di entrare nelle navi da crociera ed ampliare la sua gamma di innovazioni.

Ovviamente la Greg Mortimer, e il suo scafo innovativo, è fonte d’ispirazione per altri paesi come Cina e Norvegia, che stanno seguendo lo stesso criterio, e “copiando” il design, per portare in mare navi sempre più sicure ed avanzate.

La Greg Mortimer
Fonte: Ufficio Stampa
La Greg Mortimere in mare, Ph. Ufficio Stampa