Covid-19: parte il servizio drive-through in aeroporto

Sono sempre di più gli aeroporti che mettono a disposizione i loro spazi per permettere ai cittadini di effettuare tamponi rapidi

In questi giorni in alcuni aeroporti italiani ha preso il via un nuovo servizio drive-through per permettere ai cittadini di effettuare tamponi rapidi per accertare la positività o negatività da Covid-19.

Un’attività che non va di certo confusa con l’effettuazione di test obbligatori eseguiti ai passeggeri che provengono dai Paesi considerati a rischio, ma che va considerata come un servizio a parte e che si affianca a quello già offerto dalle diverse Asl locali e che permette agli aeroporti di “reinventarsi” (seppur momentaneamente) ed utilizzare i loro spazi al servizio della comunità.

A causa della pandemia da Coronavirus gli aeroporti italiani hanno, infatti, subito un importante crollo del traffico (stimato quasi al 70% per quanto riguarda il calo dei passeggeri e oltre il 56% per i movimenti aerei) e allo stesso tempo sono state adottate molte restrizioni per la sicurezza dei cittadini che ha portato ad una modifica delle abitudini dei viaggiatori. Di fatto si è dunque verificata una progressiva riduzione dei voli che ha portato ad uno svuotamento degli aeroporti che vengono, quindi, sempre meno utilizzati per viaggiare. Vista la situazione e il crescente bisogno di effettuare tamponi, alcuni scali hanno deciso di offrirsi come punto di riferimento per test antigenici o molecolari aperti a tutti i cittadini.

Si tratta di un servizio su prenotazione che è attualmente operativo in diversi scali tra cui Fiumicino. Qui, in particolare, il tampone può essere effettuato previa richiesta medica e appuntamento. I pazienti possono recarsi alla postazione in auto per effettuare il test nell’area allestita dalla Regione Lazio, in collaborazione con i medici Asl e i volontari della Croce rossa. Allo stesso tempo, come anticipato, il drive-through è a disposizione dei passeggeri dell’aeroporto.

Tra gli scali disponibili al servizio aperto al pubblico c’è anche Milano-Linate dove una tensostruttura allestita dall’Aeronautica militare attende i cittadini proprio dietro l’aerostazione; mentre all’interno dell’aeroporto, invece, proseguono i tamponi per i passeggeri dei voli sensibili.

Nel parcheggio dell’aeroporto di Bergamo, ancora, è possibile fare tamponi rapidi restando in macchina, grazie alla collaborazione tra ParkinGO che ha promosso il servizio anche negli hub mobilità ParkinGO di Malpensa, Linate, Venezia, Torino, Verona, Treviso, Firenze, Pisa, Bologna, Ciampino, Olbia, Cagliari.

Anche l’aeroporto di Genova, infine, si aggiunge agli scali in cui si possono effettuare test rapidi anche drive-trough. In questo caso il servizio, sempre su prenotazione, è gestito da Casa della Salute.

Di certo una lista in continua evoluzione e destinata ad allungarsi ancora. Gli aeroporti, infatti, grazie a questa piccola trasformazione possono fornire un servizio davvero molto utile ai cittadini.

Covid servizio drive-through aeroporto

Fonte: iStock

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Covid-19: parte il servizio drive-through in aeroporto