Courmayeur a passo slow, nuovi itinerari e proposte

All'insegna del turismo lento, Courmayeur offre tre splendidi itinerari inediti e tante attività outdoor

La Valle D’Aosta si conferma ancora una volta tra le mete invernali più apprezzate di sempre, anche in un anno particolarmente difficile come quello che stiamo vivendo. Per ravvivare il turismo, Courmayeur ha organizzato numerose proposte per coinvolgere i visitatori in splendide attività all’aperto.

Torniamo a parlare di turismo lento: è il trend degli ultimi mesi, un modo di viaggiare che ci permette di riscoprire le bellezze che ci circondano, immergendoci nella natura e vivendo intensamente ogni esperienza. È in quest’ottica che nei pressi Courmayeur, perla dell’alta Valdigne, sono nati tre nuovi itinerari da percorrere a piedi, godendo dell’incantevole meraviglia del Monte Bianco e dei piccoli borghi che spuntano qua e là, in un panorama innevato.

Il percorso più lungo, quello di Tor di Vercuino, si snoda per 4 km a partire dal centro del paese e attraversa località affascinanti come il bosco del Bois du Ban sino a giungere a Pussey, splendido quartiere residenziale dove potrete ammirare deliziose ville in stile liberty.

È invece di appena 1,5 km il Tor d’Entrèves, un cammino semplice ma decisamente affascinante. Il punto di partenza si trova tra la Val Veny e la Val Ferret, e camminando tra meravigliosi sentieri innevati si arriva al borgo di Entrèves: qui si trova la stazione di partenza della Skyway Monte Bianco, capolavoro d’ingegneria che sorvola le vette più alte sino ad approdare oltre il confine francese.

Courmayeur, turismo lento

Courmayeur – Fonte: Ufficio Stampa

L’ultimo percorso, il Tor de Dolonne, è il più facile ed è tranquillamente percorribile anche dai più piccini. Sono solamente 500 metri su territorio pianeggiante, una breve camminata nella neve che conduce alla piccola frazione situata di fronte al centro storico di Courmayeur.

I tre nuovi itinerari da poco inaugurati vanno così ad ampliare la già vasta offerta di attività outdoor che Courmayeur offre ai suoi turisti. Sono molti i sentieri tra cui addentrarsi, facendo trekking oppure indossando le ciaspole per un’esperienza diversa dal solito – soprattutto se compiuta in notturna.

Per gli amanti dello sci di fondo, la Val Ferret possiede splendide piste che, dal paesino di Planpincieux, si snodano per un totale di circa 19 km, all’ombra di quel gigante che è il Monte Bianco. E i più avventurosi possono spingersi sino all’Arp Nouvaz, godendo di un panorama incantevole.

Val Ferret, sci di fondo

Val Ferret – Fonte: Ufficio Stampa (Ph. Giuseppe Geppo Di Mauro)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Courmayeur a passo slow, nuovi itinerari e proposte