Cosa vedere a Torino in occasione delle ATP Finals di tennis

Torino si prepara a ospitare a novembre 2021 le Nitto ATP Finals di tennis e offre diverse esperienze a chi vuole scoprire la città in occasione dell'evento

L’ultima volta che ci siamo mossi per un evento sportivo, abbiamo approfittato per scoprire la città affidandoci a un tour con guida locale perché in molti casi pensiamo sia la cosa migliore se non si conosce a fondo la destinazione e non si vuole perdere tempo; era in occasione dell’incontro di calcio Manchester City – Watford e mai avremmo pensato di apprezzare così tanto la città di Manchester.

Abbiamo amato i luoghi della musica e dell’architettura industriale e, per certi versi, ci sono analogie con Torino anche se il capoluogo piemontese ha molte più cose da offrire sotto tutti i punti di vista e, ci rendiamo conto, il confronto non regge.

In questo senso, il weekend che abbiamo trascorso a Torino per provare come SiViaggia in anteprima le esperienze che verranno offerte agli appassionati di tennis, ci ha fatto conoscere la città e il Monferrato (raggiungibile in meno di un’ora) sotto un altro punto di vista. È incredibile, infatti, anche il lavoro fatto di recupero di spazi un tempo destinati ad altro come le Officine Grandi Riparazioni, un complesso industriale di fine Ottocento destinato alla manutenzione di locomotive e automotrici.

Torino e le Nitto ATP Finals di tennis

Una bella vista di Torino

Oggi le Officine Grandi Riparazioni sono state trasformate in uno spazio polivalente che ospita mostre, eventi internazionali (per esempio il Club to Club, festival di musica elettronica internazionale) o come l’Italian Tech Week a settembre 2021, a cui parteciperà tra gli altri Elon Musk. Stanno sorgendo anche ostelli e hotel in ex spazi industriali e si intuisce che la vocazione della città sia quella di essere una “città europea”

Ma andiamo con ordine e vediamo di capire cosa fare, come, quando e infine dare un po’ di riferimenti temporali.

Le Nitto ATP Finals

Dunque, se siete qui è perché siete appassionati di tennis, ma anche se volete fare un regalo o una sorpresa a un amante di questo sport, acquistando un’esperienza che comprende i biglietti degli incontri.

Cosa sono le Nitto ATP Finals

Le Nitto ATP Finals sono l’appuntamento di fine stagione del tennis professionistico maschile, a cui partecipano i peimi  otto giocatori del mondo della classifica ATP in singolare e le otto migliori coppie di doppio che si affrontano per conquistare per l’ultimo grande titolo dell’anno. Al momento, sono qualificati Novak Djokovic (numero uno al mondo), Daniil Medvedev (numero due nonché fresco vincitore degli US Open), Stefanos Tsitsipas (numero 3 della classifica ATP) e con buone possibilità per i nostri italiani, Matteo Berrettini e Jannik Sinner.

Perché si chiamano Nitto

Nitto è lo sponsor (prima si chiamava Masters) ed è un’azienda giapponese che lavora nel settore atletico che fornisce, tra le altre cose, prodotti per il taping.

Le date delle Nitto ATP Finals

Quest’anno si svolgono dal 14 al 21 novembre 2021. Questo appuntamento di fatto arriva sempre a fine stagione dopo aver affrontato i diversi tornei. Anche nei successivi anni sarà sempre a novembre il periodo, in cui si svolgerà il torneo.

Cosa fare a Torino e dintorni in occasione dell’evento

Come dicevamo, in occasione delle Nitto ATP Finals è possibile fare delle esperienze a Torino e nei dintorni. In questo caso l’esclusiva per i biglietti abbinati alle esperienza è di Gattinoni che è Official Tour Operator; oltre a pacchetti precostituiti permette di creare dei tour ad hoc basati sulle esigenze dei clienti.

Al di là delle gare, Gattinoni propone diversi pacchetti con pernottamento negli alberghi di Torino, per accogliere e ospitare gli spettatori che non risiedono in Piemonte ma che arrivano da ogni regione italiana, così come da mete internazionali. Per scoprire le bellezze del territorio piemontese vengono proposte esperienze uniche non solo a Torino città, ma anche in territori affascinanti, come le Langhe Roero e il Monferrato, Patrimonio Unesco, che in autunno sono la patria del tartufo e del vino.

Inoltre, nel nuovo hub situato in pieno centro città, è presente una City Lounge a disposizione del pubblico delle Nitto ATP Finals, con navette di cortesia dedicate per raggiungere il Pala Alpitour dove si svolgono i match. All’interno del palazzetto, Gattinoni mette a disposizione servizi esclusivi come il Fast Track, per raggiungere rapidamente il proprio posto, con tanto di assistenza in loco, e Back Stage tour.

Ecco alcune delle cose da fare, alcune delle quali abbiamo avuto modo di provare:

Porta Palazzo, il suo mercato e i musei

Un walking tour al Mercato di Porta Palazzo. È il più grande mercato all’aperto di tutta Europa ed è una meta obbligata per i turisti. È un’esperienza unica perché è il mercato dei torinesi ed è il modo migliore per immergersi nella realtà cittadina.

Da sempre luogo d’incontro di culture e di folklore, insieme alla sua varietà di prodotti, colori e odori rappresenta l’anima del quartiere. Il mercato di Porta Palazzo ha la particolarità di essere sempre aperto – dal lunedì al sabato – e si estende su piazza della Repubblica, di fatto a due passi da piazza Castello e quindi dal centro storico.

Torino e le Nitto ATP Finals di tennis a Torino

Il mercato di Porta Palazzo a Torino

Fate una pausa pranzo nei diversi ristoranti tipici della zona e, nel pomeriggio, dedicatevi alla visita di alcuni particolari musei.

Officina della scrittura

L’officina della scrittura è il primo museo al mondo dedicato al segno. All’interno di questo particolare museo torinese viene celebrata la cultura della scrittura in ogni sua parte, compiendo un viaggio storico attraverso la nascita e lo sviluppo della comunicazione scritta. Il museo si trova all’interno dell’azienda Aurora, che è anche possibile visitare.

L’officina della scrittura è divisa in tre aree: si va dalle origini del segno attraverso le pitture rupestri, poi c’è un’area dedicata alle macchine per scrivere, dove è possibile ammirare la prima macchina della storia, una Remington, e, infine, un’area dedicata alle 13 penne iconiche come la Waterman’s 22 del 1896 e la Hastil Aurora disegnata da Marco Zanuso nel 1970 ed esposta al MoMA di New York.

Museo Lavazza

Il museo Lavazza propone un viaggio nella cultura del caffè ripercorrendo anche interattivamente sia la storia della famiglia Lavazza sia quella dell’industria italiana del caffè. All’interno, per i nostalgici, ci sono anche i set delle pubblicità storiche realizzate da Armando Testa passando da Caballero e Carmencita, che i meno giovani ricorderanno.

Il Monferrato e le Langhe

Il Monferrato e le Langhe si sviluppano su un territorio a Est-Sud Est di Torino e sono facilmente raggiungibili con 60/90 minuti di auto dal centro del Capoluogo piemontese. Sono terre patrimonio dell’Umanità, ricche di storia e tradizioni nobili e contadine dove potrete fare visita a una delle tenute del territorio. In uno di questi tour potrete fare una sosta alla Tenuta Pavesio 1843, con una splendida vista sulle colline passando prima per l’Abbazia di Vezzolano, un gioiello imperdibile.

L’autunno è probabilmente il periodo migliore per vedere questo territorio che è una vera scoperta.

monferrato-vigneti

I paesaggi di Langhe Monferrato Roero

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cosa vedere a Torino in occasione delle ATP Finals di tennis