Copenhagen, arriva la prima stanza d’hotel che si pulisce da sola

All'Hotel Ottilia di Copenhagen le stanze vengono pulite grazie alla luce del sole e alla tecnologia

Presso il nuovo Hotel Ottilia di Copenhagen si trovano le prime stanze d’albergo e suite autopulenti del mondo. Grazie alla smart tecnhology, sempre più utilizzata da negozi, musei, nell’edilizia e in molti altri campi, le camere, infatti, si puliscono apparentemente da sole.

L’innovazione continua della tecnologia ha permesso agli hotel di migliorare notevolmente il servizio offerto e di rendere l’esperienza degli ospiti più efficiente. Ora quasi tutti utilizzano chiavi elettroniche e postazioni per la registrazione all’arrivo automatica, più rapide e veloci della reception classica. Attualmente è in via di sperimentazione anche l’impiego di personale robotico, soprattutto per le operazioni più pesanti di pulizia.

L’Hotel Ottilia porta l’utilizzo della tecnologia a un livello successivo, infatti, diverse operazioni, dal check-in al check-out, alle chiavi stesse fino all’orientamento all’interno della struttura, avvengono tramite smartphone. Le informazioni dal telefono, vengono inoltre facilmente trasmesse allo schermo presente in ogni stanza.

L’Hotel ha aperto a Copenhagen il mese scorso e in partnership con l’azienda danese ACT Global, ha deciso di utilizzare nelle sue 155 stanze il sistema CleanCoat progettato dall’azienda.

Il dispositivo agisce applicando una sostanza trasparente e inodore su tutte le superfici, che si attiva attraverso la luce del sole, basterà quindi tirare le tende e aprire le finestre e inizierà la sua azione di pulizia. Sfruttando la fotocatalisi, infatti, le sostanze di cui è dotato agiscono decomponendo microbi, batteri, virus, spore trasportate dall’aria e residui chimici, oltre a purificare l’aria. L’ingrediente principale è il diossido di titanio, un composto naturale che si trova anche nelle creme solari e negli additivi alimentari.

In questo modo le stanze vengono sanificate con regolarità, inoltre si fa meno fatica a pulirle e non è più necessario utilizzare prodotti chimici aggressivi. L’ambiente risulta quindi più sano sia per il personale sia per i clienti e anche più eco-friendly. Tra gli altri aspetti positivi che porta con sé, riduce anche la quantità di acqua utilizzata durante le pulizie e velocizza le attività per la preparazione delle stanze. All’arrivo i nuovi ospiti, vi potranno accedere in tempi molto più brevi.

Il prodotto è stato testato per la prima volta presso l’Hotel Herman K, sempre della stessa catena, dopo diversi test, condotti da laboratori scientifici in tutto il mondo.

L’albergo, 4 stelle lusso, appartiene al principale marchio danese di boutique hotel, Brøchner Hotels ed è stato costruito all’interno dell’antico birrificio della famosa azienda Carlsberg.

Vale sicuramente pena, soprattutto per gli amanti della birra, concedersi un piccolo lusso e soggiornare in questo hotel molto particolare  non solo per le camere autopulenti ma anche per il design e per i servizi che offre. Inaugurato alla fine del 2018 mette insieme, infatti, uno stile industriale conservando tutti i dettagli originali della struttura, visibili già nella facciata, ed elementi moderni, ed elementi tecnologici che lo rendono all’avanguardia.

Può accogliere fino a 200 persone e presenta anche un bar, un ristorante italiano e una terrazza panoramica, mentre è in arrivo lo spazio innovativo Spa & Brains.

Tutto il distretto Carlsberg dove l’hotel si trova,sta attraversando una fase di rinnovamento, con elementi architettonici nuovi ma perfettamente integrati all’interno di giardini storici. L’hotel nello specifico si trova in una posizione molto favorevole, vicino allo zoo di Copenaghen, e al Vesterbro, la zona dei bar e dei ristoranti.

Camera Hotel Ottilia

Copenhagen, arriva la prima stanza d’hotel che si pulisce da&nbs...