Come si viaggerà quest’estate secondo il ministero della Salute

Il Ministro della Salute Roberto Speranza rassicura gli italiani sull'estate che si sta avvicinando

Dopo lunghi mesi di restrizioni, adottate per evitare il diffondersi del contagio da Covid-19, il Ministro della Salute Roberto Speranza prospetta nuovi scenari per l’estate che si sta avvicinando. E anche in tema viaggi, pare che siano in arrivo interessanti novità.

L’emergenza sanitaria che stiamo vivendo ormai da più di un anno ha colpito duramente tutti noi, costringendoci a riformulare le nostre vite in ottica di prevenzione di ogni possibile forma di contagio. Il settore turistico è uno di quelli che ne ha sofferto maggiormente: l’impossibilità di viaggiare ha messo in crisi milioni di operatori in tutto il mondo, e ora che si può tornare a guardare al futuro con un po’ di speranza c’è finalmente grande entusiasmo verso quei piccoli segnali positivi che tutti noi attendevamo con ansia.

Ormai da tempo si parla dell’estate 2021 come di punto di svolta in una situazione d’emergenza che ci ha messi a dura prova nei mesi scorsi. Questo perché probabilmente, con l’arrivo della stagione calda, avremo un numero di vaccinati tale da poter vedere i primi risultati sui numeri di contagio nel nostro Paese. Naturalmente non potremo abbassare definitivamente la guardia, ma faremo dei timidi passi avanti che ci permetteranno, tra le altre cose, di tornare a viaggiare in serenità.

Ad affrontare il tema è stato il Ministro della Salute Roberto Speranza, che in un’intervista a Il Messaggero ha annunciato: “La campagna di vaccinazione è il fattore di svolta che mi porta ad essere più ottimista. Confido in un’estate diversa dai giorni che stiamo vivendo ora”. È probabile, dunque, che nei mesi più caldi potremo avere meno limitazioni negli spostamenti interni, che ad oggi sono estremamente limitati – l’Italia intera si divide tra zone rosse e zone arancioni, per le quali vigono restrizioni particolarmente dure sulla mobilità tra Regioni e addirittura tra Comuni.

Ma anche sul fronte dei viaggi internazionali sono in arrivo delle novità. Se anche adesso, come confermato di recente da ASTOI, gli italiani possono recarsi oltre confine verso quei Paesi fruibili per motivi turistici, in estate dovrebbe entrare in vigore il passaporto vaccinale che permetterà di viaggiare con molta più facilità – e probabilmente anche verso quei Paesi attualmente non compresi nell’elenco C dell’ultimo Dpcm approvato dal Governo.

“A livello europeo si sta lavorando ad un Green pass connesso prima di tutto alle vaccinazioni” – ha spiegato Speranza – “Ci sarà un confronto serrato sulle modalità attuative, ma penso sia la strada giusta per ricominciare a viaggiare in sicurezza”. Molti Paesi hanno già adottato il passaporto sanitario come metodo per tracciare coloro che sono immunizzati e possono quindi spostarsi con più facilità. In Italia, la Regione Lazio ha iniziato ad emettere certificati vaccinali ai suoi residenti che si sono sottoposti al richiamo del vaccino, ma questi documenti non hanno ancora trovato utilizzo specifico.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come si viaggerà quest’estate secondo il ministero della Salute