Come fare la valigia: consigli su cosa portare in vacanza

Abiti, beauty, medicinali: come regolarsi? I consigli

Quando si tratta di fare la valigia prima di partire per un viaggio, le persone si dividono in due macro categorie: i maniacali, ovvero quelli che pianificano cosa portare affidandosi a una lista più o meno dettagliata, e i ritardatari che aspettano l’ultimo momento, a volte anche solo poche ore prima di imbarcarsi, per mettere alla rinfusa in valigia qualsiasi cosa gli capiti a tiro.

Per entrambi, ora più che mai, vale la regola di preparare un bagaglio leggero, soprattutto se si scegliere di viaggiare in aereo. La maggior parte delle compagnie low-cost, infatti, prevedono regole molto severe sul peso massimo consentito. Dieci-quindici chili, non di più. Così sono in molti a chiedersi se esista o no un modo per preparare la cosiddetta valigia perfetta. Contro il panico da travel packing internet si rivela un buon antidoto. Consigli su come imparare a riempire la valigia in modo intelligente si trovano, ad esempio, su Onebag, sito curato da Doug Dyment, un accanito viaggiatore con esperienza quasi trentennale, che può vantarsi di essere stato citato su Time Magazine e sul Wall Street Journal. Ma non solo. Basta cercare su un qualsiasi motore di ricerca la parola bagaglio per rendersi conto di quanto questo tema sia sentito dai turisti di mezzo mondo. Sempre online si possono creare liste personalizzate delle cose da portare via, anche da stampare.
Ecco qualche consiglio utile:

ABITI
Mai arrotolare i vestiti in valigia perché aumentano di volume. Ricordarsi poi sempre di separarli in buste di plastica trasparente (cosa che facilita anche i controlli doganali). Preferire indumenti multiuso come, ad esempio, il caftano che si ricicla benissimo per la vita da spiaggia che per quella notturna. Nella scelta del vestiario privilegiare al massimo due abbinamenti di colori e, sulla base di quelli, pantaloni, magliette e quant’altro. Preferire poi i tessuti sintetici che, a differenza di quelli naturali, non fanno grinze, non si stirano, asciugano presto e pesano poco. Nelle notti estive può accadere di tutto, e allora non può mancare un vestito elegante. Riguardo alla biancheria intima portare 2-3 cambi, nel caso di un viaggio lungo, si potrà sempre fare un salto in lavanderia o fare il bucato con le proprie mani nel lavandino del bagno della camera del vostro albergo. In questo caso munirsi di saponetta e di uno stendibiancheria da viaggio.

BEAUTY
Quando si viaggia meglio non avere la testa tra le nuvole a livello di prodotti di bellezza. In vacanza la pelle, il corpo, i capelli necessitano di cure adeguate e giornaliere. Le recenti norme aeroportuali sul bagaglio a mano non rendono però la vita facile a chi, anche se in ferie, vuole continuare a prendersi cura di se stessa. Quindi meglio preferire prodotti di bellezza monodose, usa e getta, barattolini small e profumi mignon, come quelli che spesso vengono regalati in profumeria, dopo un acquisto, come invito alla prova. Se poi proprio non potete fare a meno delle vostre creme del cuore, si può sempre trovarne un po’ in microcontenitori di plastica. Oppure ripiegare sui beauty travel kit ad hoc che sempre più spesso si possono trovare in commercio con i prodotti basic per la cura di pelle e capelli. L’ideale sarebbe munirsi di tre bautycase. Il primo basic da tenere sempre in borsa con dentifricio, spazzolino e crema idratante. Il secondo da tenere in valigia, in alto, con crema corpo, struccante, deodorante e profumo. E l’ultimo, che si può mettere in fondo al bagaglio, con solari, balsamo e tutto quello a cui non potete proprio rinunciare. Il tutto per viaggiare comode, leggere e belle.

MEDICINALI
Oltre a quelli che si assumono abitualmente, in valigia non possono poi mancare i farmaci cosiddetti “indispensabili”, soprattutto se la destinazione è l’estero. Ecco i principali: kit per il pronto soccorso, antibiotico a largo spettro (ad esempio a base di amoxicillina), antibiotico intestinale, antidiarroico per la tipica “diarrea del viaggiatore“, antiacido per i bruciori di stomaco, anticinetosico sotto forma di cerotti, compresse o chewing-gum per il mal di viaggio, antidolorifici (acido acetilsalicilico, paracetamolo, ibuprofene, propifenazone eccetera); alcuni, come il paracetamolo, funzionano anche come antipiretici in caso di febbre. E poi antispastici e adsorbenti intestinali contro i crampi intestinali e i dolori addominali, antistaminici in pomate e compresse in caso di punture d’insetto, eritemi, eczemi. Per la salute degli occhi, collirio decongestionante e antisettico, lacrime artificiali, particolarmente utili durante i viaggi in aereo per combattere la secchezza oculare. Infine gel o una pomata per ridurre tumefazione e dolore in caso di strappi muscolari e contusioni, pomata, un gel o uno spray anestetico per gli eritemi solari e le piccole ustioni e un lassativo in caso di stitichezza.

E ANCORA
In una valigia che si rispetti non può poi mancare un buon libro o un e-book per i lunghi viaggi in treno o per ingannare l’attesa in aeroporto. Una buona guida turistica potrebbe essere utile per farvi scoprire quell’angolo incantato che si trova a pochi minuti da voi. Per non farsi sorprendere da un acquazzone un k-way è quello che serve e poi un paio di occhiali da sole, dopo la pioggia torna sempre il sereno.
I ricordi sono una delle sensazioni migliori che lasciano le vacanze, ma poterli immortalare con una macchina fotografica li renderà ancora più vivi. I vostri vicini di ombrellone sono rumorosi? Accendete l’iPod e isolatevi dal mondo con la musica. Tutti i vostri gadget tecnologici sono però inutili senza un caricabatterie. Ellora sarà bene ricordarsi il carica-batterie del cellulare e adattatori e convertitori di voltaggio.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come fare la valigia: consigli su cosa portare in vacanza