Cento Oasi Wwf gratis per un giorno, tra cervi, orsi e tartarughe marine. Foto

Domenica 19 maggio torna la giornata delle Oasi Wwf

Sono 100 le Oasi del Wwf saranno aperte gratuitamente in tutta Italia il prossimo weekend.

In tutta Italia si esplorano zone umide e boschi, si avvistano cervi e caprioli, fenicotteri e anatre selvatiche, si va sulle tracce di lontre e lupi, si costruiscono nidi, si fotografano fiori e farfalle, si liberano rapaci e tartarughe marine curati nei centri Wwf. Sono previsti anche spettacoli, concerti tradizionali, pic-nic e mercatini biologici.

Tra le tante attività in programma, laboratori scientifici all’Oasi di Macchiagrande sul litorale laziale, messa a dimora piante acquatiche all’Oasi Stagni di Focognano nella piana fiorentina (Campi Bisenzio), attività di birdwatching all’Oasi la Francesca (Carpi), a Vicenza agli Stagni di Casale presentazione del progetto per la creazione di un corridoio ecologico, al Lago di Alviano numerosi eventi a chiusura dell’Umbria Water Festival, laboratori di cartapesta leccese all’Oasi Le Cesine, in Salento, inaugurazione del nuovo vivaio alle Gole del Sagittario in Abruzzo e Land art ai campi flegrei al Cratere degli Astroni con ben 60 opere esposte. E’ stata rimandata a domenica 26, invece, la visita guidata al Sentiero Natura Wwf di Mancabrot-Lac di Montesel in Trentino con degustazione di prodotti tipici locali. E sabato 25 con Fulco Pratesi la sezione Sud Milano festeggia i trent’anni di attività con un convegno e un concerto a San Donato.

Due sono le nuove oasi:
– una Casa per l’Orso in Trentino, dove il raro simbolo delle nostre montagne – ne restano circa 50 sulle Alpi, meno di 100 in tutta Italia – potrà trovare frutti e spazi sicuri evitando incontri con l’uomo e gli allevamenti che spesso gli sono fatali; 
– una spiaggia sostenibile in Sardegna, per proteggere una delle coste più selvagge nel nNrd dell’isola aprendola a un turismo responsabile e non invadente, modello da esportare per godersi il mare nel rispetto della natura.

Due anche gli appuntamenti più importanti di questa edizione:
– sabato 18 anteprima dal porto di Trapani per liberare una tartaruga marina dalla nave scuola Orsa Maggiore insieme alla Marina Militare e avviare la nuova collaborazione che, dopo 35 anni dalla storica campagna “Il mare deve vivere”, vedrà il Wwf e la Marina insieme per sensibilizzare il grande pubblico sulla tutela del Mediterraneo;
domenica 19, eventi importanti nell’Oasi delle Saline di Trapani e nell’Oasi di Penne in Abruzzo.

In quasi cinquant’anni il Wwf è riuscito a salvare 37mila ettari di natura creando oltre 100 Oasi in tutta Italia, protette e aperte al pubblico.

Cento Oasi Wwf gratis per un giorno, tra cervi, orsi e tartarughe mari...