Il caso Linate che sta scuotendo i cieli d’Europa

Lo scalo milanese dovrà interrompere i voli da/per Londra con l'entrata in vigore della Brexit

Dal 31 ottobre, l’aeroporto di Malpensa sarà l’unico scalo milanese da cui potranno partire voli per Londra.

Il motivo? Da quella data Londra sarà ufficialmente fuori dall’Unione Europea e dunque sarà, a tutti gli effetti, una destinazione extra UE. Questo cambia tutto per Linate: l’aeroporto infatti, al contrario di Malpensa e Orio al Serio, è autorizzato soltanto ad ospitare ai voli nazionali ed europei. Il perché di questa scelta sta nel decreto Delrio, che nel 2016 aveva destinato Linate ai voli di breve percorrenza, e Malpensa a quelli extra UE.

Beppe Sala, sindaco di Milano, preme per una deroga speciale che possa salvare almeno i voli diretti a Londra. Il primo cittadino sostiene che sarebbe un vero problema per i milanesi, soprattutto per chi ha rapporti d’affari con la capitale inglese. A tal punto, si è rivolto direttamente al Ministro delle Infrastrutture, Giovannini, per chiedere di trovare la soluzione definitiva con Enac, sperando che venga accolta favorevolmente.

Anche Barberis, capogruppo del Partito Democratico a Milano, si è detto sconcertato circa la decisione di interrompere i voli Linate/Londra, che comprometterebbe un sistema di scambi a livello economico e finanziario di primo livello. Limitare una delle rotte più importanti del territorio potrebbe significare arrecare un grave danno economico per tutte le realtà produttive in affari con Londra. Basti pensare che solo Linate provvede a più di 150 collegamenti settimanali per Londra.

Nonostante il clima d’indecisione, le compagnie aeree hanno continuato a vendere i biglietti della tratta Linate/Londra anche per il periodo successivo all’attuazione della Brexit. La speranza è quella che Linate possa, nel frattempo, godere della deroga che le permetta di continuare ad ospitare questi voli. Se ciò non dovesse accadere, la soluzione più attuabile è lo spostamento della tratta a Malpensa o Orio al Serio, più grandi e attrezzati per gestire un maggiore flusso di passeggeri.

Il sito ufficiale di Linate ha invece sospeso la vendita dei vendita dei voli per Londra Heathrow che, al momento, risultano disponibili soltanto fino al 19 agosto. Londra continuerà comunque ad essere raggiungibile da Malpensa e Orio al Serio, anche se verrà a mancare il collegamento da parte di uno degli scali più frequentati d’Italia.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il caso Linate che sta scuotendo i cieli d’Europa