Sull’isola di Bathala, alle Maldive, nascerà un villaggio eco tutto italiano

Realizzato completamente in legno, il villaggio è stato progettato in "stile Lego" in modo che possa essere smontato senza lasciare traccia

A guardarlo dall’alto potrebbe sembrare il “solito” villaggio vacanze adagiato sule sponde di un’isoletta o di un atollo dell’Oceano Indiano.

Solamente avvicinandosi ci si accorge, invece, dell’unicità di questo luogo incantanto. Il villaggio vacanze costruito sull’isola di Bathala, piccolo atollo delle Maldive, è un unicum nel suo genere. A realizzarlo è stata Marlegno, azienda italiana (della provincia di Bergamo, a voler essere precisi) specializzata nella costruzione di edifici in legno. Che, anche in questa occasione, non ha voluto affatto snaturarsi: il villaggio è realizzato interamente in legno, in modo da non avere un impatto troppo elevato su un ecosistema tanto bello quanto fragile.

Sull'isola di Bathala, alle Maldive, nascerà un villaggio eco tutto italiano

Ph. Sandies – Bathala Maldives

Bathala, infatti, è un piccolissimo atollo (misura 260 x 130 metri, con una superficie di appena 4 ettari) sperduto nel mezzo dell’Oceano Indiano, distante diverse miglia nautiche dall’isola più vicina. Per raggiungere Malè, capitale delle Maldive e centro abitato “di riferimento”, sono necessari 20 minuti di idrovolante. Insomma, la più classica delle isole sperdute, un vero e proprio paradiso naturale che progettisti, tecnici e operai della Marlegno hanno voluto preservare il più possibile, impiegando tecniche costruttive all’avanguardia.

Il villaggio si compone di 48 beach villas (mini-appartamenti realizzati all’interno dell’atollo) e 24 water villas (bungalow realizzati “a palafitta” direttamente in mare e collegati con Bathala da un pontile) e, come detto, è realizzato interamente in legno. Ma non utilizzando le “solite” tecniche costruttive: per ridurre l’impatto sull’ecosistema dell’isola e sulla barriera corallina che la circonda, i pezzi che compongono le ville e le altre strutture sono stati progettati a mo’ di mattoncini Lego, facili da montare e, soprattutto, da smontare.

Bathala Maldive

Ph. Sandies – Bathala Maldives

L’obiettivo dell’azienda italiana era quello di creare un ecoresort che, in un momento qualsiasi, potesse essere smontato con estrema facilità e velocità, nel giro di qualche settimana al massimo. E che, soprattutto, avesse un impatto nullo sull’ambiente che lo ospita. E così è: il resort creato a Bathala può essere smontato pezzo dopo pezzo senza che sull’isola ne resti alcuna traccia.

Un’operazione resa possibile anche grazie ai materiali che Marlegno ha utilizzato per le varie villas. La struttura interna è realizzata in legno di conifera lamellare, materiale leggero e allo stesso tempo altamente resistente. La struttura esterna dei bungalow, così come quella delle passerelle sul mare, è realizzata in materiale composito legno-plastica, che rende impermeabili e resistenti alle intemperie sia le villas, sia le altre strutture dell’ecoresort.

Perché è poi questo il segreto per salvare il Pianeta.

Ph. Sandies – Bathala Maldives

Sull’isola di Bathala, alle Maldive, nascerà un villaggio eco t...