Una base sottomarina della Seconda Guerra Mondiale sta per diventare centro di arte digitale

Da base sottomarina a imponente centro di arte digitale, benvenuti a Les Bassins de Lumières

Il più grande centro di arte digitale del mondo sta per aprire le sue porte a tutti, in Francia. L’impresa ha dell’incredibile, non solo per la magnificenza del progetto ma per il suo luogo: questo museo è situato in una base sottomarina tedesca. Ci troviamo in Francia, esattamente a Bordeaux.

È qui che sta prendendo vita quello che sarà il centro di arte digitale più grande al mondo, all’interno di una ex base sottomarina della Seconda Guerra Mondiale occupata dai tedeschi nel 1943: Les Bassins de Lumières.

Una base sottomarina della Seconda Guerra Mondiale è ora un centro di arte digitale

Benvenuti a Les Bassins de Lumières – Fonte: Culturespaces-Nuit de Chine; ©akg-images / Erich Lessing; ©akg-images; Bridgeman images

La struttura realizzata in cemento e acciaio è stata scelta per la realizzazione di uno spazio dedicato a mostre permanenti. Quello che si prepara a diventare il centro artistico digitale più grande del mondo inaugurerà il 17 aprile 2020.

Responsabile di questo progetto che rappresenta un vero e proprio omaggio all’arte contemporanea è l’associazione Culturespace, leader privato nella promozione di eventi culturali. A loro va il merito di aver riportato in auge una struttura sottomarina bellica per uno scopo assai più nobile.

I lavori di ristrutturazione, costati circa 10 milioni di euro, hanno dovuto tenere conto della struttura e delle condizioni del vecchio edificio bombardato negli ’40 per poter rendere la struttura accessibile e creare un percorso di visita.

Les Bassins de Lumières inizierà le attività con una straordinaria esperienza immersiva dedicata a Gustav Klimt a Paul Klee. Le loro opere saranno proiettate sulle pareti del locale e riflesse nelle acque degli stagni.

Una base sottomarina della Seconda Guerra Mondiale è ora un centro di arte digitale

Benvenuti a Les Bassins de Lumières – Fonte Culturespaces-Nuit de Chine; ©akg-images / Erich Lessing; ©akg-images; Bridgeman images

Quella di Klimt e Klee è solo la prima di molte esposizioni che si susseguiranno negli anni a venire e che porteranno centinaia di persone da tutto il Paese a toccare con mano quell’esperienza di contaminazione artistica.

Il successo è garantito: Culturespaces infatti ha recentemente curato una mostra digitale e immersiva dedicata a Van Gogh riscuotendo consensi da parte di tutti. Non ci sono dubbi quindi che Les Bassins de Lumières e le sue esposizioni saranno davvero un successo.

Lo spazio di Bordeaux inaugurerà ad aprile 2020 e sarà aperto sette giorni su sette tutto l’anno. Le mostre invece dureranno un anno e saranno dedicate di volta in volta a personalità che hanno segnato e cambiato la storia dell’arte.

Una base sottomarina della Seconda Guerra Mondiale è ora un centro di arte digitale

Benvenuti a Les Bassins de Lumières – Fonte Culturespaces-Nuit de Chine; ©akg-images / Erich Lessing; ©akg-images ; Bridgeman images

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Una base sottomarina della Seconda Guerra Mondiale sta per diventare c...