L’Alhambra di Roma è risorta. È spettacolare

Quella di Granada non è l'unica Alhambra del mondo. O almeno non lo è più. Perché nella capitale italiana la Serra Moresca è risorta. Ed è bellissima

C’era una volta una cittadella reale fortificata di incredibile bellezza che dominava il territorio dal colle della Sabika. Conosciuta già nell’XI secolo, 1300 arrivò a manifestare il suo più alto splendore diventando il simbolo dell’Andalusia. L’Alhambra, questo il suo nome, era un complesso situato a Granada ed è oggi considerato l’Ottava Meraviglia del mondo, essendo la rappresentazione concreta di una delle più belle e straordinarie fortezze arabe.

Il 2 novembre del 1984, l’Unesco l’ha dichiarata come Patrimonio Culturale dell’Umanità. Ma quella di Granata, spettacolare e bellissima, che abbiamo avuto modo di guardare da vicino, o di osservare in fotografia, non è l’unica Alhambra del mondo. O almeno non lo è più.

Dopo 14 anni di restauro meticoloso e attendo, la capitale d’Italia ha riportato alla luce l’Alhambra di Roma. Il complesso della Serra Moresca, situato all’interno di Villa Torlonia, è tornato ai suoi antichi splendori e ora ha riaperto al pubblico.

Serra Moresca

Serra Moresca

L’architettura ispirata alla struttura di Granada, ora splende nella sua originaria bellezza all’interno di quello che è uno dei parchi più suggestivi e affascinanti di Roma. Alla capitale oggi è dato il compito di preservare questo gioiello ritrovato che vanta un’importanza artistica, architettonica e storica senza eguali.

Con la restaurazione della Serra Moresca, anche la Torre e la Grotta artificiale sono tortati accessibili. Il complesso architettonico commissionato da Alessandro Torlonia nell’Ottocento per abbellire la sua villa romana, ed eseguito da Giuseppe Japelli, è un vero e proprio gioiello da riscoprire.

L’edificio, in condizioni di fortissimo degrado, ha subìto due interventi di restaurazione che l’hanno portato all’aspetto originario sia dal punto di vista strutturale che decorativo.  La struttura, aperta ufficialmente al pubblico nel mese di dicembre 2021, permette ai visitatori di fare un viaggio nel tempo e di scoprire le meraviglie risorte di quella che è stata soprannominata l’Alhambra di Roma.

La visita comincia dalla serra, un padiglione che incornicia la fontana che domina la scena. Tutto intorno, invece, palme, agavi, alberi di ananas e piante di aloe vera. Si prosegue poi verso la grotta artificiale dove un piccolo eden terrestre, fatto di ninfei, laghetti e cascate, prende vita, per arrivare alla torre, caratterizzate da finestre con vetri colorati e pareti lussureggianti.

Serra Moresca

Serra Moresca

La Serra Moresca, finalmente riaperta al pubblico, di configura come una tappa fondamentale e straordinaria di un itinerario alla scoperta di Villa Torlonia e delle sue meraviglie. La villa neoclassica romana, circondata da un parco di oltre 100000 metri quadrati è un vero e proprio omaggio alla bellezza.

L’Alhambra di Roma resterà aperta al pubblico a partire da mercoledì 8 dicembre tutti i giorni, eccetto i lunedì e i mesi di luglio e di agosto.

Serra Moresca

Serra Moresca

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

L’Alhambra di Roma è risorta. È spettacolare