Abu Dhabi, tutto l’oro dell’Emirates Palace arriva dall’Italia

Il lusso dell'Emirates Palace è impareggiabile: 130mila dollari l'anno solo per la manutenzione dei soffitti

Ad Abu Dhabi è aperto da più di 15 anni l’Emirates Palace. Il lusso più sfrenato domina i suoi corridoi e le sue stanze, con soffitti rivestiti da fogli d’oro, spediti direttamente dall’Italia.

L’Emirates Palace di Abu Dhabi ha aperto le porte nel 2005, per essere poi considerato da tutti come l’albergo più costoso al mondo, valso infatti una spesa di 3 miliardi di dollari. Nella sua realizzazione si è tentato di superare qualsiasi limite posto in precedenza, installando ad esempio più di mille lampadari in Swarovski, tra camere, corridoi e ingresso.

Emirates Palace

Fonte Foto: iStock

L’illuminazione è uno dei punti chiave della struttura, considerando come aiuti ad ammirare gli altri dettagli di pregio presenti. Basti pensare al soffitto, interamente ricoperto di carta d’oro. Questa però ha una resistenza che va dai quattro ai cinque anni. Risulta dunque necessario sostituire l’intera copertura del soffitto con una certa frequenza.

Se realizzarlo è stato impegnativo, economicamente parlando soprattutto, riuscire a mantenere l’aspetto lussuoso dell’Emirates Palace è un lavoro a tempo pieno. Compito dell’ingegnere Manoj Kuriakose, che ha bisogno di circa 50 fogli d’oro per riuscire a coprire soltanto un metro quadrato di soffitto. Il tutto al costo di circa 100 dollari.

È necessario un controllo giornaliero del soffitto, al fine di garantire una pronta sostituzione, evitando che i clienti possano notare un decadimento, anche minimo, della struttura. Ovviamente i fogli non perdono la loro aderenza tutti insieme, nella stessa data o, generalmente, nello stesso periodo. Ciò vuol dire provvedere alla sostituzione giornaliera degli stessi. In media circa sei metri quadrati di soffitto vengono rivestiti ogni giorno, raggiungendo una cifra media di 130mila dollari in fogli d’oro ogni anno.

Emirates Palace - Abu Dhabi

Fonte Foto: Instagram

In questo panorama in cui il lusso è assoluta normalità, anche l’Italia trova un posto. I fogli d’oro vengono infatti importanti dal nostro Paese, per poi essere arrotolati e pressati (con dei veli a protezione) fino a farli risultare ancora più sottili di quanto non fossero inizialmente. Una volta completato questo procedimento, si può applicare della speciale vernice calda sul soffitto, alla quale viene aggiunta in seguito della speciale colla, che avrà il compito di tenere incollati i fogli per almeno quattro anni.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Abu Dhabi, tutto l’oro dell’Emirates Palace arriva dall&#8...