I 10 posti più tristi e tetri del mondo

Se volete farvi del male potete anche visitarli, ma sono vivamente sconsigliati dal prestigioso Economist

Se trovate un’offerta low cost per una di queste destinazioni non prendetela neppure in cosiderazione. Sono luoghi famosi per essere tristissimi ed estremamente tetri.

Posti dove non c’è assolutamente nulla da vedere a meno che non siate amanti dell’orrido. Ma soprattutto sono luoghi pericolosi. Alcuni per via della criminalità. Altri per le malattie che si possono prendere. Altri ancora per l’inquinamento. Scoprite quali sono e perché è sconsigliato andarci.

Cerepovec, Russia
E’ una città della Russia Nord occidentale (GUARDA DOV’E’), famosa per essere un centro industriale per la produzione di ferro e acciaio. E’ diventata la seconda città più inquinata della Russia. Gli storici le hanno dato il soprannome di ‘città dei teschi’.

Trona, California, Stati Uniti
Si trova nella contea di San Bernadino ed è la cittadina più triste di tutta la California. Prende il nome da un minerale e ha accolto impianti per l’estrazione di borace. Conta meno di 3000 abitanti ed è famosa per l’isolamento e la desolazione.

Dacca, Bangladesh
Secondo l’Economist, è la peggiore città del mondo in cui vivere. Il livello di inquinamento è elevatissimo e da anni combatte il sovraffollamento.

Youngstown, Ohio, Stati Uniti
Questa città è stata vittima del crollo del settore siderurgico negli Anni ’70 che ha portato alla chiusura di numerose acciaierie. La città ha subìto un calo del 60% della popolazione e ora è tutto triste e abbandonato.

Oymyakon, Russia
Si trova nella regione di Yakutsk ed è uno dei luoghi abitati più freddi del mondo con temperature che raggiungono i -71°C. La temperatura media nel mese di gennaio è di circa -50°C.
 
Lagos, Nigeria
Il quartiere di Makoko è un labirinto di baracche fatiscenti di fianco alle quali scorrono rigagnoli di acque  inquinate e zeppe di rifiuti di ogni tipo.

Monrovia, Liberia
Nella Capitale della Liberia la popolazione convive con enormi problemi come la criminalità, l’assunzione di droghe e pericolose malattie tra cui il colera.
 
Port Moresby, Papua Nuova Guinea
E’ stata considerata dall’Economist la città peggiore dove vivere per la povertà estrema e per le condizioni di vita antigieniche. 
 
Pripyat, Ucraina
A causa del disastro nucleare di Chernobyl (SAI DOV’E’?), la città è abbandonata da circa 30 anni. Sarà sicura da contaminazioni solo tra 900 anni.

La Rinconada, Perù
E’ il centro abitato più alto del mondo e si trova a 5.000 metri sul livello del mare. In città l’aria è rarefatta, le temperature sono molto basse e scarsa è la presenza di forze dell’ordine.

I 10 posti più tristi e tetri del mondo