Quali sono i venti che soffiano in Italia

L’autunno è la stagione più ventosa, in Italia son ben 8 i venti che fanno parte della famosa Rosa

La provenienza dei venti è facilmente comprensibile grazie all’omonima Rosa, una rappresentazione grafica che tutti conosciamo.

Si tratta di una sorta di stella stilizzata nata già all’epoca degli Antichi Greci, che ai loro tempi prendeva come punto di riferimento l’Isola di Zante, mentre successivamente i Romani ne sostituirono il fulcro con il centro del Mar Mediterraneo. Possiamo vedere la Rosa dei Venti in differenti tipologie, a seconda del numero di punte; si parte da quelle più semplici che ne hanno 4, corrispondenti ai principali punti cardinali, per arrivare a quella a 8 punte, che è proprio la stessa che rappresenta i venti periodici che soffiano sull’Italia, provenienti dal Mar Mediterraneo. Nei 4 punti cardinali sono segnalati i corrispondenti venti, più altri 4 provenienti dalle direzioni “di mezzo”, tra un punto e l’altro.

Iniziamo a parlare di quello proveniente da Nord, indicato sulla punta centrale e più alta della Rosa. Si tratta della Tramontana, che soffia scariche di aria fredda con qualsiasi condizione atmosferica, sia che si tratti di giornate serene che nuvolose. Da Est invece viene a trovarci il Levante, soprattutto nelle regioni affacciate sul Mar Tirreno, un vento fresco e umido, che si dirige verso ovest e che porta con sé pioggia e nebbia.

Da Sud sentiamo soffiare l’Ostro, molto caldo e umido, responsabile di precipitazioni piovose di forte entità, soprattutto temporali violenti, anche se solitamente di breve durata. Da Ovest corre verso l’Italia il Ponente, principalmente sulle coste tirreniche, una sorta di brezza marina che riesce a mitigare il caldo afoso della stagione estiva; per questo motivo non è per niente fastidioso, anzi quasi piacevole, caratterizzato da soffi delicati.

Dalle posizioni intermedie tra un punto cardinale e l’altro, ci sono altri 4 venti molto conosciuti, che fanno visita spesso alla nostra penisola. Il Grecale, secco e fresco, che porta con sé le correnti dei Balcani, arrivando in Italia da Nord-Est. Lo Scirocco, che viene invece da Sud-Est, il cui nome deriva dalla Siria, porta raffiche calde e forti.

Il Libeccio e il Maestrale invece provengono rispettivamente da Sud-Ovest e da Nord-Ovest. Il primo assomiglia allo Scirocco, sia nella potenza che nella temperatura, ed è molto noto nelle nostre regioni meridionali, perché lascia una coltre di sabbia del deserto del Sahara lungo tutto il suo cammino, una peculiarità alquanto fastidiosa. Il secondo vento invece, al contrario, è caratterizzato da folate d’aria fredda che fanno visita soprattutto alle regioni della Sardegna e della Corsica, abbassando notevolmente le temperature, portando anche le nevicate tipiche del periodo invernale.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Quali sono i venti che soffiano in Italia