Meteo: l’inverno torna a ruggire

Temperature tipicamente invernali interessano in queste ore la nostra Penisola. Tra pioggia, neve e gelate, gli esperti di Meteo Giuliacci raccontano la nuova ondata di freddo.

Mario Giuliacci Esperto di meteorologia

L’alta pressione ha ormai ceduto il passo a un’intensa perturbazione che in questa seconda parte della settimana porterà sull’Italia molte piogge, abbondanti nevicate in montagna e anche temperature decisamente più invernali.

Sarà quindi un giovedì grigio e piovoso in gran parte del Nord e regioni tirreniche, mentre nel resto d’Italia – nonostante le nuvole – si potrà fare a meno dell’ombrello. Sulle Alpi tornerà anche a cadere la neve ma, a causa delle temperature ancora relativamente alte, solo a quote medio alte.

La perturbazione, tuttavia, è seguita da correnti fredde di origine polare che, nei prossimi giorni, scivoleranno gradualmente lungo la Penisola, riportando anche le temperature su valori tipicamente invernali. Ciò significa che tra venerdì e sabato aumenterà ovunque il freddo, e quindi in molte regioni saranno necessari cappotto e ombrello, con nuove piogge che bagneranno soprattutto il Centrosud, accompagnate da nevicate che si spingeranno a quote via via più basse, al punto che – sabato – in alcune zone di Marche, Umbria e Abruzzo i fiocchi di neve si spingeranno fino a quote collinari, fanno sapere gli esperti di Meteo Giuliacci. Ma le prossime giornate saranno condite anche di altri ingredienti tipici della stagione. Venti intensi infatti soffieranno su regioni meridionali e Isole Maggiori mentre al Nord, nella notte fra venerdì e sabato, dovremo fare i conti con gelate che torneranno a interessare anche le zone di pianura.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Meteo: l’inverno torna a ruggire