Meteo: un giovedì di forte maltempo, poi graduale miglioramento

La neve imbiancherà Alpi e Appennino Centro-Settentrionale ma non scende sotto i mille metri

Mario Giuliacci

Mario Giuliacci Esperto di meteorologia

La nuova perturbazione giunta sull’Italia oggi (giovedì) porterà la pioggia da nord a sud in gran parte d’Italia, Ma mentre in alcune regioni si tratterà di piogge per lo più deboli o moderate, in altre è forte il rischio di fenomeni intensi se non addirittura di veri e propri nubifragi.

Secondo i meteorologi di www.meteogiuliacci.it le regioni in cui è maggiore il pericolo di piogge particolarmente intense sono la Sardegna, il Lazio e, ancora una volta, la Campania. Quindi è nuovamente a rischio, purtroppo, anche l’area di Positano, già duramente colpita negli ultimi giorni.

Le temperature invece nonostante il nuovo peggioramento non subiranno grandi variazioni e rimarranno vicine a quelle tipiche di questo periodo: ciò significa che anche la neve che imbiancherà nuovamente Alpi e Appennino Centro-Settentrionale difficilmente si spingerà al di sotto dei 1000 metri.

Domani, venerdì, la perturbazione scivolerà verso sud e anche le piogge si concentreranno prevalentemente sulle regioni meridionali, mentre in diverse zone del Centronord tra le nubi tornerà a far capolino un pallido sole autunnale.

Anche il fine settimana inizierà, nella giornata di sabato, con tempo tutto sommato discreto, tra sole e nuvole e con poche piogge confinate sulle estreme regioni meridionali, ma già domenica la situazione andrà incontro a un nuovo graduale peggioramento per l’avvicinarsi di un’altra perturbazione che poi lunedì riporterà la pioggia su molte regioni del Paese e un brusco abbassamento delle temperature al Centronord.

Mario Giuliacci Esperto di meteorologia Laureato in Fisica. Dal 1969 al 1990 Ufficiale Svz meteo A.M.. Dal 1986 al 2010 Docente Fisica Atmosfera Università Milano. Dal 1995 al 2010 Direttore Centro Epson Meteo e Meteorologo Ch5. Direttore del sito meteogiuliacci.it e autore molte opere di Meteorologia.

Meteo: un giovedì di forte maltempo, poi graduale miglioramento