PROMO

Due giornate piovose al Centrosud

Torna la neve in montagna dove non manca il pericolo valanghe.

Mario Giuliacci

Mario Giuliacci Esperto di meteorologia

Le piogge stanno abbandonando il Nord, dove rimangono soprattutto la tanta neve caduta negli ultimi giorni e il pericolo valanghe, mentre le regioni centrali e meridionali tra oggi (giovedì) e domani dovranno fare i conti con un po’ di piogge e di nevicate in montagna.

In particolare oggi sulle Alpi il pericolo valanghe rimarrà forte (grado 4 nella scala in cui il massimo è 5) soprattutto in Piemonte, ma la situazione rimarrà delicata anche nel resto dell’Arco Alpino, dove il pericolo valanghe sarà in generale marcato (grado 3).

Il centro di bassa pressione che insisterà sul Tirreno invece porterà ancora piogge sparse sulle regioni del versante tirrenico e sulle Isole Maggiori, e non mancheranno dei temporali, quindi piogge che rischiano di essere anche intense, specie in Toscana, Lazio, Campania, Sicilia e Sardegna.

Poi domani, venerdì, l’ombrello tornerà utile soprattutto in Abruzzo, Molise e nelle regioni meridionali, con un calo delle temperature che favorirà il ritorno della neve sulle zone appenniniche: in particolare nevicherà al di sopra dei 1000 metri sull’Appennino Abruzzese e Molisano, mentre sulle montagne del Sud la neve scenderà solo al di sopra di 1200-1400 metri.

E nel fine settimana? Le giornate di sabato e domenica saranno nel complesso tranquille, con poche piogge e poche nevicate, mentre le temperature, in ulteriore lieve calo, torneranno quasi dappertutto nella norma.

Due giornate piovose al Centrosud