Meteo: la bufala di Burian 2 la vendetta

I meteorologi spiegano perché si è diffusa la bufala sulla nuova ondata di aria gelida chiamata Burian 2 la vendetta.

Nei giorni scorsi è girata la notizia che sarebbe arrivata una nuova ondata di aria siberiana che avrebbe portato l’Italia a temperature gelide. La nuova perturbazione è stata soprannominata Burian 2 la vendetta, in riferimento alla corrente gelida Burian che nella seconda metà di febbraio aveva davvero portato la nostra penisola e molti Paesi d’Europa nella morsa del freddo.

Ne è scoppiata una grande polemica. Gli esperti hanno definito le voci diffuse da molti organi di stampa e di siti Internet una ‘fake news’, specie il fatto che Burian-bis si sarebbe scatenato a partire dall’inizio della primavera – tra il 20 e il 21 marzo – portando tantissima neve a Pasqua.

Il fanta-meteo è una pratica sempre più di moda e più è nefasto meglio è. Già alla fine dell’estate era stato annunciato che questo sarebbe stato l’inverno più freddo della storia e che ci sarebbero state nevicate record, come era accaduto nel celebre inverno dell’85. La neve è scesa sicuramente più dello scorso anno e qualche giorno di freddo intenso lo ha fatto, ma senza esagerare. Almeno per ora.

Il consiglio dei meteorologi è quindi di non credere alla previsioni fatte con grande anticipo perché non è possibile determinare i cambiamenti meteorologici se non pochi giorni prima. E, anche in quel caso, le correnti e le pressioni potrebbero modificare il meteo fino all’ultimo minuto.

Meteo: la bufala di Burian 2 la vendetta