Meteo: è in arrivo il ciclone islandese. Cosa accadrà

I prossimi giorni saranno caratterizzati da tanti temporali e acquazzoni, ma il peggio deve ancora venire

I prossimi giorni sarà un continuo susseguirsi temporali violenti e acquazzoni, anche improvvisi e di forte intensità.

Secondo le previsioni meteo nel Mar Mediterraneo insisterà una circolazione depressionaria che spingerà sull’Italia correnti instabili. La colpa è dell’alta pressione che rimane sbilanciata sull’Europa centro-settentrionale e prosegue l’afflusso di correnti nordorientali che innescano condizioni di instabilità anche marcata sull’Italia.

Secondo gli esperti, l’Italia vivrà la tipica situazione di variabilità della Primavera, dove si alterneranno fasi soleggiate a momenti nuvolosi, mentre improvvisi temporali e acquazzoni bagneranno più che altro le zone montuose e il versante tirrenico della nostra Penisola. Saranno possibili anche grandinate e allagamenti.

Temporali saranno possibili sulle Alpi, sull’Appennino ligure, in Toscana, Abruzzo, Molise, Umbria, Lazio e nelle regioni meridionali, ma anche sulle zone montuose delle isole maggiori. Colpito anche il Salento e la zona etnea della Sicilia e l’entroterra sardo.

Le temperature tenderanno ad aumentare, portandosi leggermente al di sopra delle medie stagionali soprattutto al Centro-Nord.

Il tempo è destinato a peggiorare nel weekend per la discesa verso l’Italia di un ciclone islandese che prima porterà clima mite e umido con correnti di Scirocco, ma poi dalla settimana prossima spingerà in giù aria più fresca che valicherà le Alpi portando addirittura la neve. Infatti, dalla prossima settimana assisteremo a un calo termico, tanto da far tornare la neve a 1.200-1.600 metri sull’arco alpino e dai 1.800 sull’Appennino.

Meteo: è in arrivo il ciclone islandese. Cosa accadrà