Gli italiani vanno pazzi per le 50 sfumature dell’Irlanda

"L’Irlanda ha tanto da offrire". Lo racconta a SiViaggia Niamh Kinsella, direttrice dell'Ente del turismo irlandese

Gli arrivi italiani in Irlanda sono aumentati del 22% solo nei primi quattro mesi del 2018. A dirlo è Niamh Kinsella, direttrice dell’Ente del turismo irlandese.

“È una grande soddisfazione per noi vedere questi incrementi di flussi degli italiani, che contribuiscono a rendere l’industria turistica più sostenibile, permettendo ai business di turismo sia grandi che piccoli di rimanere aperti tutto l’anno, con relativo impatto positivo al livello di occupazione ed economia locale”, ha spiegato.

Si parla di circa 112mila visitatori italiani approdati sull’Isola di smeraldo fino a fine aprile. E l’estate non è ancora partita. “L’Irlanda ha tanto da offrire fuori stagione”, ha spiegato Kinsella, “quando la natura è ancora più suggestiva, quando ci sono tanti festival, eventi e tradizioni da scoprire insieme alla gente del posto”.

Le abbiamo chiesto perché gli italiani dovrebbero andare in vacanza in Irlanda quest’estate?
“Non c’è mai stato momento migliore per gli italiani di venire a fare una vacanza in Irlanda, grazie ai tantissimi collegamenti aerei diretti tra l’Italia e l’isola d’Irlanda. Oltre ai voli su Dublino da tutte le principali città italiane con Aer Lingus e Ryanair, ci sono nuovi voli da Napoli e Venezia diretti a Belfast con easyJet, si può raggiungere Cork nel Sud Irlanda da Verona con Volotea e anche l’Ovest grazie ai voli diretti da Milano con Ryanair che vola a Ireland West Airport Knock.

Così, a poco più di due ore di volo dall’Italia ti puoi trovare ai confini dell’Oceano Atlantico, sulle famose scogliere di Moher, o in un villaggio colorato dalla costa meridionale a gustare un piatto di frutti di mare ascoltando musica dal vivo, oppure a Belfast a scoprire tutta la storia della nave più famosa di tutti tempi, visitando il Titanic Centre”.

Dublino

Quali sono le novità dell’estate in Irlanda?
“Quest’anno Derry-Londonderry festeggia il 400° anniversario delle storiche mura, una ricorrenza che è festeggiata con moltissimi eventi straordinari. La città si trova all’inizio della Causeway Coastal Route che insieme a Belfast è stata nominata dalla Lonely Planet “Best in Travel” da non perdere nel 2018!

Abbiamo poi Galway, lungo la Wild Atlantic Way, riconosciuta European Region of Gastronomy 2018 e questo importante titolo porta la città ad accogliere un ricco calendario di festival non solo in città ma in tutta la zona circostante.

Sempre in tema enogastronomico, a settembre ospitiamo uno strepitoso Festival nella zona detta anche Capitale Irlandese della gastronomia: il West Cork Food Festival dall’8 al 17 settembre”.

Wild Atlantic Way

Quali sono i posti che agli italiani piacerebbero dell’Irlanda e che forse non conoscono ancora?
“Gli italiani prediligono alcuni luoghi come ovviamente Dublino, la Wild Atlantic Way (la strada costiera segnalata più lunga del mondo con i suoi 2500 km) e di recente tutti le location in Irlanda del Nord dove è stato girato il Trono di Spade. Tuttavia ci sono zone altrettanto meritevoli come quella nei dintorni di Belfast, Strangford Lough, un gioellino di natura incontaminata con flora e fauna uniche e dimore storiche con giardini a Mt Stewart, assolutamente da non perdere.

The Dark Hedges

C’è anche la zona settentrionale della Wild Atlantic Way, le contee di Donegal con i suoi fari e le scolgiere di Slieve League, piu di 600 metri a picco sull’oceano e Sligo, grande centro di musica tradizionale e legato al poeta Yeats. Oppure l’entroterra irlandese, la zona più ricca di storia e cultura detta l’Ireland’s Ancient East, altrettanto stupendo e pieno di posti da scoprire, fuori dai percorsi più popolari”.

Cosa consiglia di vedere a una famiglia che viene in Irlanda con i bambini?
“L’Irlanda è una meta ideale per i bambini. Abbiamo solo l’imbarazzo della scelta. Praticamente tutti gli alberghi e i ristoranti sono family friendly e a pranzo si possono mangiare piatti tipici al pub con un ottimo rapporto qualita prezzo. Tante sono le fattorie aperte alle visite (alcune sono addirittura Bed & Breakfast con camere per gli ospiti), alle numerose attrazioni come: Titanic Belfast a Belfast in Irlanda del Nord, la Giant’s Causeway, il selciato dei Giganti piena di fascino e leggende, il Bunratty Castle Folk Park nella Contea di Clare.

Belfast

Scendendo a Sud, si possono fare delle escursioni per avvistare le balene, senza dimenticare Dublino in cui ci sono davvero tantissime attrazioni adatti ai bambini, tra cui: il National Museum, il Castello di Dublino, Epic Ireland, il Little Museum, lo Zoo dentro al Phoenix Park, National Wax Museum solo per citarne alcuni. Tra l’altro, Papa Francesco arriverà in Irlanda (Dublino e Knock, sito mariano nella contea di Mayo) a fine agosto, in occasione del World Meeting of Families”.

A parte l’estate, qual è il periodo migliore per andare in Irlanda e perché?
L’autunno, soprattutto nelle città, in special modo a ottobre per i tanti festival e anche per festeggiare Halloween; a Natale e Capodanno, per il carattere festoso degli irlandesi, e a marzo in occasione di San Patrizio.

Saint Patrick’s Day

Gli italiani vanno pazzi per le 50 sfumature dell’Irlanda