I trucchi per viaggiare in aereo stando lontani dai bambini

State per viaggiare in aereo e volete evitare di trovarvi accanto dei piccoli passeggeri? Ecco alcuni stratagemmi

Volare con i più piccoli non è sempre facile. A volte anche i genitori sono in difficoltà, perché non riescono a contenere i loro bambini e non sanno proprio più cosa fare per evitare di disturbare gli altri viaggiatori. Se non volete imbattervi in una situazione del genere, l’ideale è prenotare dei posti lontano dai più piccoli. Vi sembra un’impresa impossibile? In realtà ci sono dei trucchetti che possono venirvi incontro.

I bambini possono disturbare gli altri passeggeri in mille modi diversi, per capriccio, per noia o perché sono essi stessi infastiditi dal viaggio (pensate semplicemente al dolore alle orecchie, visto che spesso non sono in grado di rimediare ai problemi dovuti al cambio di pressione con i trucchetti che usiamo noi adulti). Se viaggiate frequentemente e a bordo vorreste soltanto riposarvi, la soluzione migliore è adottare qualche stratagemma per evitare di trovarsi nei posti più vicini a quelli occupati dai piccoli passeggeri.

Non tutti sanno, ad esempio, che la fila di sedili accanto all’uscita di sicurezza è nella maggior parte dei casi la più silenziosa.Secondo la Federal Aviation Authority (FAA), questi posti non possono essere occupati da ragazzi sotto i 15 anni, perché devono essere in grado di assistere gli altri passeggeri in caso di evacuazione.

Rimane il problema della fila di dietro, dove potreste trovare un bambino piangente (o che tira calci al sedile davanti). In questo caso, se viaggiate in coppia non vi resta che prenotare due sedili centrali, uno nella fila accanto all’uscita di sicurezza e uno in quella immediatamente dietro. È improbabile che i genitori decidano di viaggiare in posti separati rispetto a quelli dei loro bambini, quindi con questo trucchetto vi assicurerete due file completamente sgombre da piccoli passeggeri.

I posti che dovreste assolutamente evitare sono invece quelli situati sulle paratie (i muri divisori tra prima e seconda classe): essendo i più spaziosi, sono quelli spesso scelti da genitori che hanno bambini piccoli, per sistemare un’eventuale culla. Se purtroppo nessuna di queste strategie è praticabile, non potete far altro che armarvi di pazienza e di tappi per le orecchie, oppure acquistare un biglietto in Business Class.

Potreste eventualmente tentare la fortuna viaggiando di notte, dal momento che le famiglie sembrano prediligere i voli diurni. O ancora affidarvi a compagnie aeree che offrono servizi particolari: sapevate che AirAsia, ad esempio, ha predisposto delle zone vietate ai minori di 10 anni, proprio per garantire quiete agli altri passeggeri? Anche la Japan Airlines si è attrezzata, permettendo ai viaggiatori di visualizzare, al momento della prenotazione, una mappa in cui sono segnalati i bambini a bordo.

bambini aereo

Viaggiare in aereo lontano dai bambini – Fonte: iStock

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

I trucchi per viaggiare in aereo stando lontani dai bambini