Cuba: qual è il periodo migliore per andarci

Cuba è una località spettacolare da vivere al massimo, specialmente nel periodo migliore

Il periodo migliore per andare a Cuba, è senza ombra di dubbio, da fine novembre ad aprile. Durante questi mesi, nonostante siano invernali, le giornate sono lunghe e le temperature si aggirano intorno ai 25-28 gradi. L’isola,invece, da maggio a ottobre, attraversa il periodo delle piogge con precipitazioni anche molto violente che non permetterebbero di godere appieno del luogo.

La varietà delle spiagge rendono Cuba un posto spettacolare e adatto a ogni esigenza. Il colore della sabbia varia dal bianco di Varadero, al giallo dorato di Guardalavaca, al nero della Playa Duaba: il turista ha quindi la possibilità di scegliere lo sfondo che più gli piace per la sua vacanza. Inoltre la temperatura dell’acqua è calda tutto l’anno, e quindi perfetta per gli appassionati di snorkeling e immersioni. Queste aree sono totalmente immerse nella natura e lontane dalla città: l’ideale per godersi il sole in tranquillità o sostare sotto le palme.

Se si va a Cuba, inoltre, non si può non visitare la sua capitale: La Habana. Questa città sembra appartenere a una dimensione empirica, dove il tempo non esiste. Le auto d’epoca che viaggiano tra le strade sono diventate un simbolo di questa città, e le strade sono circondate da case colorate e suggestive. In più la città ospita il museo nazionale di belle arti di Cuba, con una particolare sezione dedicata agli artisti locali. Il Capitolio è uno dei palazzi più imponenti della capitale. lo stile della struttura ricorda un po’ quello dei palazzi di Washington, ma è immerso in un ambiente a contrasto, molto più popolare e meno rigido.

Alla bellezza dell’isola contribuiscono, senza dubbio, gli abitanti stessi. Hanno un’energia vitale senza uguali: non è raro per strada incontrare musicisti e piccole orchestre che cantano le canzoni tipiche cubane. Inoltre, gli abitanti sono molto ospitali e disponibili, sempre pronti a dare più di quel che hanno. Sono di etnie differenti, ma vivono perfettamente integrati l’uno con l’altro. Molto particolare da visitare, ad esempio, è il quartiere Chino: una piccola china town nel mare caraibico.

Se Cuba non è abbastanza per soddisfare il desiderio di immergersi nella cultura latinoamericana, altre mete possibili sono il Messico e l’Argentina. Sono due stati in cui la tradizione è molto presente, ed è parte integrante dell’animo dei propri abitanti. L’argentina è da sempre un punto di riferimento per gli italiani e il Messico è il posto giusto se si cerca una vita notturna attiva accompagnata da spiagge mozzafiato e panorami meravigliosi.

Cuba: qual è il periodo migliore per andarci