Cosa sono e come funzionano le Travel Stories su Airbnb

Disponibili per iPhone, le Travel Stories vogliono trasformare Airbnb in un sito di intrattenimento

Anche per chi ama viaggiare e vuole condividere video e foto delle sue avventure, arriva la tecnologia delle Storie in stile Snapchat e Instagram direttamente su Airbnb.

Il famoso sito web dedicato ai soggiorni brevi ha infatti introdotto una nuova funzionalità chiamata Travel Stories, un modo in cui gli ospiti possono creare brevi video dei loro soggiorni Airbnb da pubblicare sul sito. La piattaforma ha inviato i primi inviti per un test in beta del servizio ad un team di utenti selezionati. Una pagina FAQ sulla novità introdotta dice che per ora la possibilità di fare Stories è disponibile solo sull’ultima versione dell’app Airbnb per iPhone, nella sezione Travel Stories del proprio profilo.

I video consistono in clip limitate a 10 secondi ciascuna, sono presi dal rullino fotografico e possono essere modificati nell’app Airbnb. Per guardare le Travel Stories è possibile andare direttamente sul sito di Airbnb o tramite la sezione Storie di viaggio dell’applicazione per smartphone. In ogni caso, i video risultano simili a diapositivie e sembrano collegarsi automaticamente ai luoi presenti nelle storie, così come agli alloggi.

Un portavoce di Airbnb ha dichiarato a riguardo: “stiamo sempre sperimentando nuovi modi per aiutare i membri della nostra community a raccontare le loro storie, e questa è un’idea che stiamo esplorando. Non abbiamo ancora annunci da fare, ma siamo entusiasti di continuare a cercare modi per aiutare gli host e gli ospiti di Airbnb a condividere le loro esperienze di viaggio.”

Le Travel Stories possono avere un impatto maggiore di quel che si pensa. Potrebbero diventare un nuovo modo di creare feedback, più coinvolgente per i visitatori di una particolare destinazione o esperienza o alloggio e questo potrebbe anche essere un modo per aumentare le prenotazioni da parte di utenti non molto convinti. Insomma, le storie sembrano fatte appositamente per ispirare: “le storie di Airbnb sono fatte per ispirare altri viaggiatori come te!”, ha scritto la compagnia.

Le Travel Stories sono solo uno dei tasselli che Airbnb ha messo in campo per aumentare il traffico sulla sua piattaforma. L’obiettivo a lungo termine è quello di renderla più di un semplice sito web da visitare ogni tanto, quando si sta pianificando di fare un viaggio. Altri tipi di servizi destinati all’obiettivo è il servizio di concierge per guidare mentre si è in viaggio o gli eventi per i quali si potrebbe nutrire interesse, direttamente nella città in cui si vive.

Inoltre Airbnb dovrebbe lanciare nei prossimi mesi un programma di fidelizzazione. Non si sa ancora come funzionerà, ma una possibilità è quella che l’azienda decida di creare una piattaforma dove è possibile scegliere di effettuare attività di svago e acquisti di viaggio per accumulare punti per sconti sui futuri acquisti Airbnb. Certamente le Travel Stories sono un primo tentativo, sarà interessante vedere se Airbnb riuscirà ad indurre le persone a considerare Airbnb una piattaforma di intrattenimento e non solo di acquisto.

Cosa sono e come funzionano le Travel Stories su Airbnb