I consigli per evitare di ammalarsi in aereo

Paura di contrarre qualche virus a bordo di un aereo? Ecco i consigli migliori per evitare ogni rischio

Ce lo insegnano già da bambini: è importante fare in modo che ci sia sempre un ricambio dell’aria, per evitare che virus e batteri proliferino e ci “regalino” qualche sorpresa. Nei luoghi chiusi e affollati, questo piccolo dettaglio assume ancora più importanza, ma ci sono occasioni in cui non è proprio possibile aprire la finestra. Come in aereo, ad esempio: come fare, allora, per evitare di essere contagiati da qualche passeggero influenzato?

A volte, la soluzione è più semplice di quanto ci si possa aspettare. Trovarsi a bordo di un velivolo in compagnia di persone ammalate è un fattore di rischio notevole, ma ci si può tutelare in qualche modo. Basta seguire alcuni semplici consigli per diminuire le possibilità di entrare in contatto con virus e batteri, così da arrivare a destinazione in perfetta salute. D’altronde, chi vorrebbe iniziare la propria vacanza con un bel raffreddore?

Preoccuparsi delle malattie che si possono contrarre in aereo richiede un minimo di programmazione che parte da quando si è ancora a terra. Al momento della prenotazione, potete infatti iniziare a riflettere sulla possibilità di scegliere una posizione “sicura”, ovvero che vi metta in contatto con il minor numero di persone. Il primo vettore di contagio di virus è infatti l’uomo: basta trovarsi di fianco un passeggero con l’influenza per rischiare di ammalarsi a propria volta. Non essendo possibile scegliere chi viaggerà sul sedile accanto a noi, ciò che possiamo fare consiste nel prenotare il posto migliore a bordo di un aereo: quello accanto al finestrino.

Il corridoio è infatti da evitare, perché c’è sempre un gran via vai di persone e si può entrare in contatto con diversi virus. Allo stesso modo, sarebbe bene evitare i sedili in prossimità della toilette, visto che – soprattutto nei voli a lungo raggio – si tratta del luogo più frequentato dell’aereo. Ma questi piccoli accorgimenti possono non essere sufficienti: dobbiamo prestare attenzione anche ai batteri che si annidano nella sporcizia inevitabilmente presente a bordo.

I luoghi più sporchi, come dimostrato da diversi test condotti negli anni su numerosi aerei, sono senza alcun dubbio i tavolini, le cinture di sicurezza, i braccioli, il poggiatesta, la tasca del sedile e la maniglia del bagno. Per evitare problemi, sono sufficienti delle salviettine igienizzanti: una volta a bordo, dovrete semplicemente passarle sulle aree “a rischio”, e in pochi secondi avrete reso più sicuro il vostro spazio vitale. Naturalmente, è importante fare attenzione anche alla vostra igiene. Dopo essere andati in bagno – o dopo aver toccato qualcosa in cui si annida la sporcizia – lavatevi accuratamente le mani.

Un ultimo consiglio riguarda le bocchette dell’aria condizionata. Sebbene a bordo l’aria venga filtrata numerose volte, la presenza di germi e batteri è pressoché impossibile da contrastare. Questi agenti patogeni si trovano tutt’attorno a noi, anche mentre ci troviamo in volo. Dirigendo le prese d’aria sul volto o sulle mani è possibile allontanare i batteri e “spingerli” verso terra, facendo in modo che non vengano respirati.

ammalarsi in aereo

I consigli per non ammalarsi in aereo – Fonte: iStock

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

I consigli per evitare di ammalarsi in aereo