Come preparare il tuo smartphone per andare in vacanza

Ormai non facciamo neanche un passo senza il nostro amato smartphone, per questo è importante conoscere alcune dritte su come bisogna attrezzarsi prima di andare in vacanza per evitare di rimanere senza linea

Quando si va in vacanza, soprattutto in un Paese straniero, l’incubo di rimanere senza connessione internet o con la batteria dello smartphone scarica è una delle preoccupazioni principali.

Per evitare di incorrere in spiacevoli inconvenienti e non poter utilizzare il telefono in viaggio, rischiando di trasformare una vacanza rilassante e piacevole in una fonte di stress inutile, ecco una serie di consigli per preparare il tuo smartphone prima della partenza.

Per prima cosa, controlla di avere gli accessori giusti a tua disposizione. Il problema principale di quando si passano poche ore fuori casa, magari scattando fotografie o usando le mappe per orientarsi, è la batteria scarica. Tutti ci siamo trovati a non poter immortalare un panorama mozzafiato o a non poter cercare un ristorante perché il telefono si è spento. Ecco perché è necessario portare una batteria di riserva o una power bank per poter ricaricare lo smartphone. Mettere in valigia almeno due cavi di alimentazione: uno da lasciare in albergo e uno da portare con sé.

Inoltre, è preferibile portare un alimentatore a parete multiporta, in modo da non caricarsi inutilmente di accessori e utilizzare un unico apparecchio per ricaricare smartphone, tablet e pc.

A questo proposito, è sempre meglio informarsi del voltaggio e del tipo di presa utilizzate nel Paese in cui si va in vacanza, per evitare di arrivare in albergo e non riuscire a caricare lo smartphone. Esistono degli adattatori universali, in modo da essere usati in quasi tutti i Paesi del mondo.

Dal punto di vista della connessione, sappiamo che ormai, per chi viaggia nei Paesi dell’Unione Europea, il roaming internazionale è stato abolito ed è gratis per tutti, per cui non dovete far altro che abilitare l’opzione roaming e navigare con le tariffe previste dal proprio operatore. Se, invece, viaggiate in un Paese extra UE, dovete sottoscrivere una tariffa di roaming internazionale con il vostro operatore, oppure scegliere di comprare una SIM locale da utilizzare sul posto. In questo caso, controllare che lo smartphone sia abilitato all’inserimento di una nuova SIM.

Altrimenti, non resta che disabilitare la connessione dati e navigare solo con il WiFi presente nella maggior parte degli alberghi e dei luoghi pubblici.

Controllare che le app che usiamo di solito siano accessibili anche dall’estero, verificando di avere tutti i codici di accesso e le password a disposizione.

Infine, scaricare musica, app e mappe prima della partenza, in modo da averle a disposizione una volta arrivati sul posto. Le app che possono essere utili sono quelle sui trasporti e Google Translate, che permette di destreggiarsi anche con una lingua che non si conosce.

Con questi piccoli accorgimenti, lo smartphone sarà un alleato indispensabile per la vostra vacanza.

Come preparare il tuo smartphone per andare in vacanza