Weekend a Lugo, nel Nord della Spagna

Cosa vedere e cosa fare a Lugo, antica città della Spagna del nord e tappa galiziana del cammino di Santiago verso Compostela.

Lugo si trova nella comunità autonoma della Galizia, nel nord-ovest della Spagna. Adagiata sul fiume Miño, Lugo mostra fiera i segni del suo passato romano, tra cui le millenarie mura di cinta che sono l’unica muraglia romana a essere stata dichiarata patrimonio dell’umanità dall’Unesco e offre molto a chi la visita.

Lugo è stata fondata dal console Paolo Fabio Massimo per conto dell’imperatore Augusto che voleva conquistare il nordovest della penisola iberica. Fortificata fra il III e IV secolo, oggi il centro storico di Lugo è racchiuso in 2266 metri di mura, perfettamente conservate e intervallate da 71 torrioni che la rendono inconfondibile. Iniziate salendo sulle mura. Vedrete la città dall’alto, in tutto il suo splendore e sarete subito coinvolti nella sua vita che brulica dentro le mura.

Lungo il perimetro delle mura troverete 10 porte che vi conducono in una rete di strade tranquille e pedonali. Porta Miña, chiamata anche Porta del Carmen è fra le meglio conservate. Se invece scegliete di passare dalla Porta di San Pedro vi sembrerà di essere pellegrini perché è ancora l’ingresso alla città per le migliaia di viaggiatori che si recano a Santiago di Compostela. Dalla Porta di Santiago, costruita nel XVIII secolo, entrerete invece direttamente alla cattedrale di Lugo.

La cattedrale di Santa Maria di Lugo, con la sua facciata neoclassica, vi sorprenderà per il suo aspetto monumentale. La sua costruzione inizia nel 1129 ad opera di Raimundo de Monforte ed è conclusa nel 1273. Al suo interno convivono diversi stili. Il deambulatorio, la cappella maggiore e quelle delle absidi sono in stile gotico. La sacrestia, la cappella della Virgen de los Ojos Grandes e il chiostro sono invece barocchi. La crociera centrale e buona parte della navata principale sono romanici. Magnifici il coro, intagliato in legno di noce, e la pala d’altare dedicata alla patrona di Lugo, fra i più famosi esempi di barocco di tutta la Spagna.

Nella stessa piazza della cattedrale, trovate il Palazzo Episcopale, un edificio barocco del XVIII secolo che si innalza sull’antico insediamento della torre dei Conti di Lemos. Imboccando Rua Bispo Basulto sbucate in Praza do Campo, il cuore medievale di Lugo, dove potete sbizzarrirvi con le tapas. Essendo Lugo vicino alla costa, il pesce è davvero delizioso, e la fama del suo “pulpo a feira”, il polpo alla galiziana, è nota in tutta la Spagna.

Lugo è famosa per il mangiar bene. Sia che scegliate un tapas bar sia che vi regaliate un ristorante di lusso, non dimenticate di assaggiare anche il “lacón con grelos” (un piatto a base di carne di maiale con verdure) o il “tetilla”, uno dei formaggi più famosi della gastronomia galiziana, che vanta la Denominazione di origine protetta. Ottima anche la scelta dei frutti di mare. La tavola di questa parte nord della Spagna si annaffia con vini eccellenti che si producono nel sud della provincia, meritandosi la Denominazione di origine Ribeira Sacra.

Vicinissimo a Praza di Campo c’è la Igrexia do Convento de San Domingo costruita a partire dai primi anni del 1300 dai frati domenicani e attualmente dimora delle monache agostiniane recollette. A poche centinaia di metri dal Convento, potete vedere il Museo Provincial. Diviso in diversi ambienti tematici, fra cui spicca la ricostruzione di una tipica cucina galiziana del XVII secolo, il Museo ospita sale con resti di mosaici romani, ma anche arte sacra, etnografia, pittura e arte galiziana. Ha inoltre una sezione che farà la gioia degli amanti della numismatica. L’ingresso è gratuito.

Prendendo il viale che circonda la città vecchia di Lugo potrete immergervi un po’ nella modernità oppure rilassarvi nel parco di Rosalía de Castro, dedicato all’omonima scrittrice galiziana. Lo stagno e il bosco sono la meta ideale per respirare la lentezza che caratterizza la Spagna, mentre dal suo belvedere avrete una panoramica fantastica sulla valle del Miño, dove si trovano le celebri terme.

Dichiarate bene di interesse culturale di Spagna, le Terme di Lugo erano apprezzate e usate già dai romani, amanti delle proprietà terapeutiche delle loro acque. Al piano terra dello stabilimento ci sono i resti di quelle antiche, in buono stato di conservazione, come dimostra la visita dello spogliatoio e la sala dei bagni freddi, trasformata poi in cappella cristiana. La visita delle terme romane è gratuita.

Dal momento che Lugo è a 100 km da Santiago di Compostela, la città spagnola può essere una buona meta per una visita di un giorno. Lugo e Santiago sono facilmente raggiungibili in auto oltre che ben collegate dai bus. Se invece volete fare un po’ di mare, alla stessa distanza troverete anche i deliziosi villaggi costieri di Viveiro, Foz e Ribadeo.

Weekend a Lugo, nel Nord della Spagna