Weekend di coppia: le idee per una fuga a due

Molti di quelli che sono appena tornati dalle vacanze hanno già voglia di ripartire. Ecco dove andare per prepararsi all'inverno

Molti di quelli che sono appena tornati dalle vacanze hanno già voglia di ripartire.

Spesso, infatti, le ferie estive sono più uno stress che non un vero momento di relax. Reduci di viaggi bellissimi ma anche stancanti in giro per il mondo con gli amici, di villeggiature con bambini che non stanno mai fermi e non si riposano i soggiorni in località affollate, rumorose e faticose tanti aspirano a una pausa rilassante che sia in grado di dare loro una ricarica prima di ricominciare.

SiViaggia ha selezionato alcune mete vicine dove trascorrere un weekend di coppia, per quelle mamme e quei papà che finalmente possono stare soli e per quei fidanzatini che sentono il bisogno di riscoprirsi un po’.

In un maso altoatesino (child free)
Immerso in un paesaggio caratterizzato da vigneti e meleti, c’è un borgo, Nalles (BZ), conosciuto per essere il paese delle rose. Adagiato sul fondovalle della Val d’Adige, è un luogo molto tranquillo, perfetto per chi cerca il silenzio e il relax. Il maso Kräutererbe Bacherhof di Jutta Ebner, uno dei migliori del circuito Gallo Rosso, circondato da un giardino di erbe aromatiche e naturalmente di rose profumate, accetta solo adulti (niente schiamazzi di bambini, quindi). Il maso ha pochi appartamenti arredati nel tipico stile altoatesino moderno, con elementi di legno e pietra. All’esterno c’è una piscina di acqua naturale che sembra un laghetto creato da Madre natura e una spa, con sauna e vasca di legno per bagni aromatici. Deve essere prenotata dalle coppie ospiti del maso per regalarsi un’ora di benessere in esclusiva.

maso-Krautererbe-Bacherhof-nalles-bz

In una grotta termale in Toscana
È stata premiata come migliore grotta termale del 2017 la Grotta Giusti di Monsummano Terme (PT), una meravigliosa cavità millenaria da cui fuoriescono caldi vapori, dove non mancano stalattiti e stalagmiti che, insieme al caldo specchio d’acqua, creano un’atmosfera unica al mondo. La grotta si estende per oltre 200 metri nel sottosuolo di un lussuoso resort ricavato in una villa dell’800, circondato da un grande parco secolare incorniciato dalle colline toscane. La sera si può cenare in totale privacy nel Ristorante La Veranda all’interno del resort, che ha anche dei salottini delimitati da separé. È uno dei luoghi più romantici e rilassanti (oltre che benefici) dove trascorrere un weekend con il proprio partner.

Grotta-Giusti-Hotel

In Sardegna, sulla spiaggia più bella d’Italia
Il mare qui ha mille sfumature, che vanno dal blu al verde. La spiaggia è quella di Su Giudeu, fatta di morbide dune di sabbia chiara. Siamo a Chia, nel comune di Domus de Maria (CA), una delle mete di mare più spettacolari della Sardegna del Sud (ed è una bella lotta). Se d’estate è presa d’assalto da bagnanti che non vedono l’ora di tuffarsi nelle sue acque trasparenti, è fuori stagione che si può davvero apprezzare questo angolino d’Italia, immerso nella macchia mediterranea fatta di mirto, ginepro e fichi d’India. Un angolo talmente tranquillo da essere stato scelto come dimora anche dai fenicotteri rosa che sguazzano tranquilli nello stagno alle spalle della spiaggia. Una passerella la collega al boutique hotel Aquadulci, che ha camere arredate nel tipico stile sardo, i cui colori richiamano quelli della terra e del mare. Ha una piccola spa, la piscina dove prendere un aperitivo la sera e il ristorante che propone piatti tipici con prodotti a chilometro zero.

Aquadulci-chia-sardegna

A Montecarlo in giro per musei
A due passi dal confine italiano, il Principato di Monaco è il luogo ideale per un weekend di coppia. Rispetto all’alta stagione, i prezzi degli alberghi a 5 stelle si dimezzano. C’è solo l’imbarazzo della scelta. Qui il clima è quello della Costa Azzurra, mite e con il sole splendente, quindi il più delle volte si può andare in spiaggia al Larvotto e fare il bagno anche quando altrove fa già freddo. Se siete un po’ curiosi, ci sono molte cose da fare a Monaco. Imperdibili sono alcuni musei, come Villa Paloma, che ospita il nuovo museo nazionale dove si tengono esposizioni temporanee. Dalla terrazza esterna, tra l’altro, si gode di un panorama mozzafiato di tutto il Principato. O Villa Paloma, sul lungomare. Per gli amanti dei motori – a Montecarlo si tiene ogni anno il Gran Premio di Formula Uno più glamour del circus – c’è il Museo dell’automobile che si trova nel quartiere di Fontvieille. Proprio in questa zona, un po’ più tranquilla, è da poco stato rinnovato l’hotel Columbus Monte Carlo, molto amato anche dai piloti perché pare che, chi alloggia qui, sia certo di salire sul gradino più alto del podio. Nel nuovo ristorante, la cui terrazza ha la vista direttamente sul roseto Princesse Grace, si mangia benissimo e si può bere un drink prima di gettarsi nella folle notte monegasca.

Columbus-Hotel-Montecarlo

Sul lago di Como, come turisti d’antan
Il lago di Como è tornato a essere una meta molto gettonata, non soltanto dagli stranieri che non l’hanno mai abbandonato e dai vip che hanno seguito le orme di George Clooney, ma anche dagli italiani, che ne hanno riscoperto il fascino e la magia. Merito soprattutto di alcune location rinnovate, rilanciate e divenute mete trendy. Come il Grand Hotel Tremezzo, sulla Riviera delle azalee oggi chiamata Lariowood per via dei tanti vip che la frequentano, famosa per essere fin dal Medioevo il luogo dell’eterna primavera. Da qualche anno l’hotel, che tra gli ospiti ha visto soggiornare Greta Garbo, Alfred Hitchcock e Frank Sinatra, si è rifatto il look e ha aperto una spettacolare piscina all’aperto adagiata proprio nelle acque del lago. Oggi è uno degli hotel più cool dove alloggiare per un weekend, ma anche solo dove andare a bere un drink, a cena o a prendere il sole. Nei dintorni si può visitare Villa Carlotta, cinta da un meraviglioso giardino all’italiana e abbellita da sculture del Canova, e si può fare una gita in motoscafo sulla pittoresca isola Comacina. Sull’altra sponda del lago c’è invece Bellagio, con le sue stradine lastricate, gli edifici eleganti e il Parco di Villa Serbelloni, un giardino terrazzato del XVIII secolo con vista lago. La villa ospita il Grand Hotel, che quest’anno compie cent’anni. Meta prediletta della ricca nobiltà di un tempo, è rimasta tale e quale, con affreschi alle pareti, soffitti a cassettoni, un Salone Reale illuminato da lampadari di bronzo e cristallo e un ristorante stellato, il Mistral, diretto dallo chef Ettore Bocchia, recensito dalle migliori guide gastronomiche italiane.

grand-hotel-villa-serbelloni-bellagio

Weekend di coppia: le idee per una fuga a due