Come organizzare un viaggio in Colombia

La Colombia è una terra ricca di luoghi imperdibili. Ecco come organizzare un viaggio e qualche informazione utile

Dodici ore di volo dall’Italia per godere di una terra ricca di colori, sapori, folklore e magia: un viaggio in Colombia va pensato in maniera organizzata e dettagliata, senza tralasciare alcun particolare. Questo non perché sia una terra pericolosa (a dispetto della sua celebre storia), ma perché rimane comunque un paese segnato dalla violenza, che porta necessariamente ad adottare alcune attenzioni. Le ragioni per visitare la Colombia sono davvero molte.

Ciò che davvero saprà stupirti della Colombia sono i posti da visitare, il sorriso della sua gente, il calore con il quale verrai accolto sia nella più piccola delle trattorie che nei grandi alberghi. Scopri attraverso questa guida di SìViaggia come organizzare un viaggio in Colombia fai da te, qual è il periodo migliore per visitare la Colombia, il suo cibo, le città caratteristiche e i consigli utili per inondare gli occhi e il cuore della tipica vitalità colombiana.

Città da visitare in Colombia: le mete da non perdere

Stai pensando di partire e ti stai chiedendo cosa visitare in Colombia? Sicuramente le sue città. Oltre alla ricca area di vegetazione e foreste di cui parleremo, è bene iniziare il proprio viaggio scoprendo i segreti e i luoghi più caratteristici delle cittadine colombiane. L’ideale è prevedere almeno un paio di settimane per visitarla nella sua interezza, ma alcuni tour operator concentrano in sette giorni moltissime tappe interessanti. Ecco un elenco delle più belle città da visitare in Colombia.

Cosa vedere a Bogotà

Una grande metropoli, spesso caotica e – come prevedibile – pericolosa per i turisti che non seguono pedissequamente i consigli di viaggio. Non farti però spaventare da questo, e spingiti nella scoperta di Bogotà così eclettica e particolare. Uno dei quartieri più belli e rinomati è quello de La Candelaria, il centro città. Qui si respira l’autenticità colombiana, grazie alla presenza della piazza principale e della Cattedrale di Plaza Bolìvar.

Volgendo lo sguardo in alto potrai notare Monserrate, una chiesa a picco sulla montagna che si raggiunge per mezzo di una funicolare: da lì godrai di una vista davvero mozzafiato, e potrai scattare tante foto indimenticabili. Nonostante sia praticamente il quartiere più “battuto” dai turisti, La Candelaria non è sicura nelle ore notturne, motivo per cui si consiglia sempre di visitarla di giorno o con una guida turistica certificata. Un altro quartiere davvero caratteristico è quello di Usaquèn, famoso per il suo mercato delle pulci, una vera e propria attrattiva turistica. Un viaggio in Colombia può essere impegnativo, ma vale davvero la pena.

Colombia: consigli di viaggio

Viaggio in Colombia: le città da non perdere

Villa de Leyva in Colombia

Considerata come una delle città più particolari di tutta la Colombia, Villa de Leyva può essere raggiunta da Bogotà a bordo di bus turistici. In alternativa, sappi che viaggiare in auto in Colombia può davvero essere un’esperienza incredibilmente emozionante! Puoi affittare un’automobile in un centro garantito direttamente in Colombia, o prenotandolo in anticipo dall’Italia. I costi non sono esageratamente elevati, ma tieni bene in considerazione le distanze fra le città, che sono considerevoli.

Una volta arrivato a Villa de Leyva, ti sembrerà di essere stato trasportato indietro nel tempo. Questo delizioso paese coloniale necessita di almeno un paio di giorni per essere visitato a dovere, sia per apprezzarne l’architettura che la sua anima più naturalistica grazie alla vicinanza con il Lago di Tota, dove è possibile anche campeggiare.

La città di Pablo Escobar: Medellin

Una città moderna, viva, curata e con molti servizi: Medellin sfrutta i suoi punti di forza a favore del turismo, talvolta anche sfiorando il grottesco. Non nasconde certo sotto il tappeto la storia del narcotrafficante più celebre e tristemente noto al mondo, Pablo Escobar, sul quale vengono incentrati dei veri e propri tour turistici in giro per la città. Il più incredibile di tutti è organizzato nientemeno che dall’ex autista di Escobar, un uomo che ha alle spalle un passato di violenza e omicidi ma che, oggi, si è “riscoperto” guida turistica. Incredibile, vero? Eppure Medellin è anche questo, e gode di alcune zone davvero molto belle da scoprire.

Cartagena e Santa Marta

Cartagena è un centro stupendo, una vera e propria bomboniera che necessita di qualche giorno per essere visitata a dovere. Da qui si arriva facilmente nella zona di Santa Marta, dove il contatto con la natura è predominante e dove è possibile rilassarsi in una delle tante playa (spiagge), lambite da un mare meraviglioso e perfette per chi ama anche gli sport acquatici. A Santa Marta visita il Parque Tayrona prendendo un autobus o con l’automobile, un paradiso naturale e meta fra le più popolari per chi decide di fare un viaggio in Colombia. Animali esotici, popolazioni indigene e un mare caraibico in una cornice davvero suggestiva. Da non perdere.

San Andrés, il paradiso della Colombia

Palme, isole, noci di cocco e tanto relax: questa località della Colombia è tutto ciò che un turista possa desiderare. Questo paradiso del Caribe Colombiano è soprannominato “il mare dei sette colori”, e capirlo è facile: quest’isola è irresistibile per chi ama il relax della spiaggia e per chi desidera fare sport acquatici. Sabbia fine e bianca, acqua caraibica, e lo spirito della rumba colombiana: San Andrès è una tappa obbligatoria, più che consigliata!

Viaggio in Colombia: è pericoloso?

La risposta a questo quesito, come per molti altri, è: dipende. Un viaggio in Colombia ha pericoli come in tutte le città del Sud America, per le quali è fondamentale non creare problemi. Cerca quindi – soprattutto nelle grandi città – di non dare troppo nell’occhio. Tira fuori la macchina fotografica solo quando ne hai bisogno, senza tenerla al collo, e comportatevi in maniera calorosa e sorridente con i suoi abitanti.

Non arrivare completamente impreparato sul posto, e impara qualche parolina di spagnolo per comunicare nei negozietti più piccoli: lo sforzo verrà apprezzato. Un viaggio in Colombia può essere fatto anche dalle donne, adottando le medesime accortezze di cui sopra.

Viaggio in Colombia: costi, vaccinazioni e informazioni utili

Quali sono i costi per un viaggio in Colombia? Ebbene sì, siamo arrivati alla fine dell’articolo per svelartelo. Sappi che la Colombia offre pacchetti vantaggiosi a seconda del budget da spendere, grazie anche alla presenza di alloggi davvero molto economici (10€ a notte) e alla vita in generale, che si svolge serenamente anche con un portafoglio slim. Se non vuoi spendere molto per mangiare, ad esempio, punta sulle squisite empanadas: con soli 4 o 5€ ti ritroverai la pancia piena con porzioni più che accettabili e certamente super gustose. Se ti stai chiedendo quali sono i cibi caratteristici da assaggiare in Colombia, prepara carta e penna: ecco qui alcune indicazioni per te!

  • Empanadas: panzerotti fritti ripieni di formaggio, carne, salsiccia e molto altro.
  • Ajiaco: zuppa a base di pannocchia, hojas, patate e accompagnata da pollo, avocado e riso. Una prelibatezza.
  • Arepas: tortillas di mais sempre a base di carne.
  • Picada: grigliata di carne con papa criolla (patata) e guacamole
  • Bandeja Paisa: piatto unico con fagioli, carne macinata, cotica di maiale fritta, avocado, riso, chorizo, uovo.
  • Buñuelo: frittella dolce.

E come non citare il caffè? Conosciuto anche come “tinto”, il caffè è nero e lungo allo stile americano e si trova anche sotto forma di espressi e cappuccini.

Sotto il punto di vista prettamente medico, invece, un viaggio in Colombia non necessita di vaccinazioni obbligatorie. Tuttavia è consigliabile sottoporsi comunque ad una profilassi preventiva, prendendo in considerazione vaccini contro epatite, tetano e tifo. Anche la vaccinazione per la febbre gialla non è obbligatoria, ma prendila in considerazione insieme al tuo medico di base.

Se hai intenzione di spostarti dalle grandi città e scoprire le zone più selvagge e naturalistiche, puoi aggiungere anche la vaccinazione contro la malaria. Non è detto che starai a contatto con animali, ma uno dei papabili vaccini consigliati è anche quello contro la rabbia. Le zanzare purtroppo sono una vera e propria piaga del posto, e trasmettono malattie – anche non gravi, ma sicuramente fastidiose. Oltre alle vaccinazioni, pensa anche a stipulare un’assicurazione di viaggio sanitaria che copra eventuali spese ospedaliere.

Viaggio in Colombia: cosa portare?

Sei al momento di preparare la valigia: c’è qualcosa di indispensabile da metterci dentro per visitare la Colombia al meglio? Come abbiamo detto prima, un repellente anti zanzare può davvero diventare il tuo migliore amico in alcune serate, ma i consigli non si limitano certo qui. Ecco di seguito una lista ragionata su cosa portare per un viaggio in Colombia.

  • Impermeabile o k-way: a causa del clima che varia da regione a regione, potresti incappare in piogge torrenziali. Parti sempre munito di un impermeabile da tenere nello zaino.
  • Necessario per la spiaggia: costume, telo da mare e protezioni solari.
  • Cappello per non incorrere in insolazioni.
  • Scarpe comode per visitare le città.
  • Fotocopie di tutti i tuoi documenti in caso di smarrimento.
  • Adattatore per le prese estere.
  • Le ricette dei medicinali con prescrizione.

Per quanto riguarda questi ultimi, prepara una lista dettagliata dei farmaci che hai intenzione di portare con te nel bagaglio a mano e anche a bordo dell’aereo, per non trovarti impreparato di fronte ad ogni evenienza. Antipiretici, antibiotici, antidiarroici ma – sopra ogni cosa – la voglia di divertirti e di intraprendere un indimenticabile viaggio in Colombia.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come organizzare un viaggio in Colombia