Una giornata a Zugo, città svizzera con vista sul lago

Cosa vedere a Zugo, perla della Svizzera: i tramonti romantici che tingono di rosso la città, il lago e i vicoli stretti del centro storico.

I tramonti romantici che tingono di rosso la città e il lago e i poi vicoli stretti del centro storico tutto da esplorare vivace e ricco di caffè, ristoranti e passeggiate che regalano alla città un fascino ineguagliabile. È Zugo, perla della Svizzera situata nel piccolo cantone che porta lo stesso nome. In questa guida, scopriremo cosa vedere e cosa fare durante una giornata in città.

Iniziate il tour del centro dal lungolago: sul lago – Zugersee – c’è un battello affacciato sui monti dove potrete gustare un caffè davanti a un panorama mozzafiato prima di partire alla scoperta dei tesori di Zug. Il giro turistico della città premia subito gli amanti dello sport. La visita è quella all’arena Bossard, l’avveniristico palaghiaccio nei pressi della stazione ferroviaria Zug Schutzengel, uno dei più belli si tutta la Svizzera. L’arena Bossard ospita le gare interne della locale squadra di hockey su ghiaccio, molto seguita a Zugo.

Lasciate quindi la zona nord di Zugo per dirigervi verso il centro storico, dove si concentrano i monumenti più importanti di Zugo come lo Zyttrum (la Torre dell’orologio con il bellissimo orologio astronomico), il municipio, con la notevole Sala gotica, la Pulverturm (polveriera), la chiesa tardogotica di Sant’Osvaldo e la vecchia Beinhaus.

Qui troverete tante opportunità per lo shopping e l’acquisto dei souvenir. Magari allo Wunderbox, accanto alla Torre dell’orologio: la scatola delle meraviglie dove potrete acquistare tra le altre cose prodotti locali, regali, giocattoli e souvenir tipici di Zugo e della Svizzera.

Nel centro, c’è anche un’ottima selezione di musei e centri artistici e culturali: il Fischerei-Museum, per gli appassionati di pesca, l’Afrikamuseum, nato ai primi del Novecento grazie all’energica Maria Theresia Ledochowska che voleva sensibilizzare i suoi concittadini sulle condizioni di vita delle popolazioni africane; il museo della città, Museum Burg Zug; e il centro d’arte contemporanea Kunsthaus Zug.

Dal centro di Zug, con un’ora di auto, potrete raggiungere la funicolare per raggiungere la fermata Schonegg, dove si trova lo spazio panoramico (vista su città e lago) e ricreativo di Zugo. Qui troverete un centro informazioni che vi offrirà tante escursioni interessanti nei dintorni di Zugo osterie, giochi all’aperto per i bimbi e spazi per barbecue e picnic.

Nei dintorni di Zugo si possono effettuare tantissime escursioni interessanti verso il lago (Zugersee) e il monte omonimi (Zugerberg). Tra le tante possibili, vi segnaliamo la passeggiata o gita fuoriporta la cappella di Gubel, detta “la cappella della battaglia” da secoli frequentata dai pellegrini, costruita nel 1566 per celebrare la vittoria dei paesi cattolici.

In alternativa visitate le Hollgrotten (le grotte dell’inferno) di Baar, accanto a Zugo. Pietre magiche tutte di calcare, per raggiungere le quali dovrete però prima vincere una sfida: attraversare la gola di Lozren, una vera e propria avventura che attraverso sentieri scoscesi vi accompagnerà dentro le viscere della montagna. Le rocce si accendono magicamente in virtù di un nuovo sistema di illuminazione che crea laghi fosforescenti e regala a stalattiti e stalagmiti le sembianze di stravaganti mostri sotterranei.

Una giornata a Zugo, città svizzera con vista sul lago