Trekking estremo in Irlanda: mettetevi alla prova con il Carrauntoohil

La vetta più alta dell'Isola di smeraldo è un paradiso per chi cerca un'escursione impegnativa circondato da paesaggi mozzafiato

Siete appassionati di trekking, ma cercate una versione più estrema della solita passeggiata in montagna? Mettetevi alla prova con il Carrauntoohil, sulla catena montuosa di Macgillycuddy, la vetta più alta d’Irlanda. Situata appena fuori da Killarney, nell’estremità sud-occidentale dell’Isola di smeraldo, a un’ora e mezzo da Cork (la seconda città più grande d’Irlanda), e circa quattro ore dalla capitale Dublino. Con i suoi 1.038 metri non è una montagna altissima, ma affrontarla non è certo un’impresa semplice vista la ripidezza dei suoi sentieri. Una volta arrivati in cima (e anche durante la salita) lo spettacolo ripaga comunque ampiamente la fatica.

La maggior parte degli scalatori sceglie di alloggiare nella vicina Killarney, dove si possono trovare hotel e ostelli per dormire, ristoranti, bar e supermercati, oltre a tutto il necessario per l’escursione. Se preferite stare più vicino al sentiero ci sono anche numerosi Bed&Breakfast ai piedi della montagna.

Il clima in Irlanda cambia rapidamente, quindi meglio controllare le previsioni e attrezzarsi per ogni eventualità prima di iniziare la scalata. Meglio evitare di avventurarsi in caso di maltempo o se non siete in perfetta forma. Per evitare brutte sorprese potete anche fare affidamento a una guida locale.

L’escursione parte da Cronin’s Yard, pochi chilometri a Ovest da Killarney, dove si trova anche un’area attrezzata per il campeggio, con parcheggi e docce. La vostra camminata verso la cima dovrebbe durare 6-7 ore tra andata e ritorno, tutto dipende anche dal vostro passo e da quante soste fate. Meglio comunque prendersi tutto il tempo necessario.

Una volta partiti potrete seguire diversi percorsi. Il sentiero si divide in prossimità di due laghi, il Lough Gouragh e il Lough Callee. Da qui scegliete se andare dritto e prendere la “Devil’s Ladder” (Scala del Diavolo), un sentiero ripido e roccioso che metterà alla prova le vostre gambe. Oppure, prendete il sentiero di destra, meno temibile ma comunque complicato. In ogni caso arriverete in una grande area pianeggiante, con un piccolo ruscello alla vostra sinistra. Qui troverete il sentiero O’Shea’s Gully, che porta direttamente in vetta. In alternativa potete girare a sinistra e salire attraverso le “Porte Celesti”. Qui il sentiero si fa stretto e ripido, ma probabilmente offre il miglior punto di osservazione per ammirare i laghi e le campagne sottostanti.

Una volta arrivati in cima al Carrauntoohil troverete un’enorme croce ad accogliervi, e anche una pensilina con le panchine dove potrete fermarvi per riposare e mangiare. Nelle giornate più limpide potrete ammirare in lontananza anche l’Oceano Atlantico da una prospettiva davvero spettacolare.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Trekking estremo in Irlanda: mettetevi alla prova con il Carrauntoohil