Tour della Cambogia: ecco cosa vale la pena visitare

Da Angkor a Kompong Luong: ecco cosa visitare in Cambogia

cambogia_1217 La Cambogia è uno degli stati più piccoli dell’Indocina che vanta una moltitudine di luoghi tutti da visitare ed esplorare come il celebre complesso di Angkor, il più vasto sito abitato dell’epoca pre-industriale, un tempo capitale dell’Impero Khmer. All’interno del complesso, decine di templi induisti e buddisti, tra cui Angkor Wat, il più grande edificio religioso esistente al mondo.

Oltre al complesso di Angkor, sparsi per la Cambogia ci sono molteplici rovine dell’impero Khmer. Tra questi, troviamo Koh Ker e Preah Vihear, due siti immersi nella giungla risalenti al X secolo. Nel complesso di Koh Ker si può ammirare la maestosa Piramide a sette gradoni del Prasat Thom e decine di templi minori. Preah Vihear è un sito ancora incontaminato che si trova sui monti Dângrêk e che ospita il Templio di Preah Vihear inserito nel 2008 tra i Patrimoni dell’Umanità dell’UNESCO.

A pochi chilometri da Angkor si trova Phnom Penh, capitale della Cambogia. Per non dimenticare la difficile storia della città, sottoposta ad atroci sofferenze durante il regime di Pol Pot, sono stati istituiti diversi siti turistici come il Centro del Genocidio Choeung Ek e il Museo del Genocidio Tuol Sleng, che ogni anno attraggono migliaia di visitatori. Obbligatoria una visita anche alla prigione di Tuol Sleng e al campo di sterminio di Choeung Ek. Le attrazioni artistiche maggiori sono invece il Palazzo Reale e la Pagoda d’Argento, situate sulle sponde del fiume Tonle Sap.

Proseguendo il tour della Cambogia, vale la pena di fermarsi a visitare l’antico villaggio galleggiante di Kompong Luong, posto sul lago Tonle Sap. Il paese è composto prevalentemente di pescatori, i quali vivono su grandi barche trasformate in abitazioni galleggianti. Tutti gli edifici sono sull’acqua: dai mercati di frutta e verdura alle scuole, non c’è un solo edificio di Kompong Luong costruito sulla terra ferma.

I monti Cardamomi sono un vero e proprio paradiso della Cambogia: fino a pochi anni fa erano territori completamente inesplorati dall’uomo, mentre oggi sono meta del turismo ecosostenibile. La zona è coperta da una ricca foresta che vede tra i suoi abitanti circa dodici specie di animali a rischio di estinzione, tra cui la tigre indocinese, l’elefante indiano, il delfino dell’Irrawaddy, l’orso del sole malese, il gibbone pelato, la tartaruga reale e il coccodrillo siamese.

Tour della Cambogia: ecco cosa vale la pena visitare