Da Greccio a Matera, i presepi viventi più belli d’Italia

Dal 1200 a oggi, la tradizione dei presepi viventi è sempre più viva. Ecco le rappresentazioni più note e intriganti d'Italia

L’antica tradizione dei presepi viventi è diffusa nel mondo ma è nata in Italia. Ecco dunque le località che le rendono maggiormente giustizia.

L’antica tradizione italiana dei presepi viventi si celebra ogni anno, a un passo dal Natale. Dalle piccole rappresentazioni parrocchiali alle grandi organizzazioni, che coinvolgono interi borghi storici, che offrono le location ideali per una natività quanto più realistica.

Una vera e propria forma d’arte, in un misto tra fede ed evocazione storica. Un motivo d’unità per intere comunità, con compiti suddivisi tra i fedeli, per la preparazione di scenografie uniche. La tradizione è oggi diffusa nel mondo ma le sue radici sono italiane. Occorre tornare indietro al 1223, quando San Francesco d’Assisi mise in atto una piccola rappresentazione nel borgo di Greccio, dando il via a un movimento sempre più intrigante e ricco di dettagli.

Presepe vivente di Greccio

Anno dopo anno, il piccolo borgo di Greccio, in provincia di Rieti, offre a fedeli e curiosi la realizzazione di quello che è il presepe vivente più antico al mondo. Tradizione avviata da San Francesco nel 1223 e proseguita da allora. Il tutto avviene nel centro storico e per ammirare il presepe si avranno a disposizione le seguenti dati: 24, 26, 29, 30 dicembre e 1, 5, 6 gennaio.

Presepe Greccio

Fonte Foto: Instagram

Presepe vivente di Pietrelcina

Pietrelcina è particolarmente cara ai fedeli cattolici e negli ultimi anni il presepe vivente ha attirato più di 18mila visitatori. Nel centro storico la fede s’incrocia alla rievocazione storica, con antiche ambientazioni e costumi. Le date d’interesse quest’anno saranno 27, 28 e 29 dicembre.

Fonte Foto: Instagram

Presepe vivente di San Biagio

Gli abitanti di San Biagio realizzano ogni anno una loro versione di Betlemme, costruendo numerose capanne e dando vita a uno splendido presepe vivente in provincia di Mantova. Le date previste per l’edizione 2018-19 sono: 25, 26, 30 dicembre e 6, 13 gennaio, dalle ore 15.30 alle 19.00.

Presepe vivente di Matera

Passando attraverso la celebre zona dei sassi, a Matera viene allestito un percorso di 5 chilometri per quello che è facilmente definibile il presepe vivente più famoso in Italia. Tutto conduce verso la grotta della natività, ma ciò che attira particolarmente è la sfilza di artisti, pastori e artigiani lungo la via. Per attraversare l’intero percorso si richiedono circa 90 minuti, con precise fasce orarie, al costo di 8 euro. Ecco le date: 7, 8, 9 – 15, 16 – 22, 23 – 28, 29, 30 dicembre e 4, 5, 6 gennaio.

Presepe Matera

Fonte Foto: Ansa

 

Da Greccio a Matera, i presepi viventi più belli d’Italia