In Polinesia come Chiara Ferragni e Fedez, ma in versione low budget

Hai sempre pensato che la Polinesia Francese fosse proibitiva? In realtà, è possibile viverla in versione low cost: ecco come.

Tra le mete esotiche, la Polinesia rimane – per i più – una sorta di miraggio. Un sogno proibito, da guardare con gli occhi a cuore sperando che, prima o poi, i prezzi scendano.

Del resto, basta guardare i social dei vip che in Polinesia si recano in vacanza: Chiara Ferragni e Fedez, con le loro foto dal The Brando di Onetahi e dal Four Seasons di Bora Bora, non danno certo l’idea di un luogo accessibile a tutti. Tuttavia, esiste una versione (più o meno low cost) della Polinesia: basta evitare i resort, e puntare sulle piccole sistemazioni in genere a conduzione famigliare, per regalarsi una settimana qui senza dar fondo al proprio conto corrente.

Se il volo per Papeete (via Los Angeles o Tokyo, in genere) non è certo low cost – ma basta adottare qualche accorgimento, per risparmiare un poco -, sugli alloggi si può invece lavorare: ovviamente bisognerà rinunciare a quegli spettacolari bungalow sull’acqua che fanno tanto luna di miele, e preferire i piccoli bed&breakfast, le pensioni e i mini hotel gestiti dalla popolazione locale. Qualche esempio? Il Relais de Josephine a Rangiroa (147 dollari a persona con colazione e cena) o la Pension Fare Maeva (a partire da 76 dollari a notte) a Huahine. Oppure, si può affittare una casa sul sito Thaiti Homes, dove si trovano soluzioni a partire da 600 euro a settimana.

E per mangiare? Su tutte le isole è possibile trovare degli speciali “food truck“, caravan che preparano cibo di diverso tipo per l’equivalente di pochi euro. Si mangia su tavoli di plastica, circondati dalla gente del luogo e in genere con un vivace sottofondo musicale: non sarà l’aragosta a lume di candela in riva al mare, ma è sicuramente un’esperienza autentica.

Per spostarsi tra le isole, infine, è possibile acquistare uno dei pacchetti offerti da Air Thaiti: sono le sue multi-islands fares, e ce ne sono di diverso tipo. Il Discovery Pass comprende Moorea, Huahiine e Raiatea e parte da 308 euro a persona; il Bora Bora Pass permette di viaggiare tra Moorea, Huahine, Raiatea, Bora Bora e Maupiti per un prezzo a partire da 405 euro. Il bagaglio da 23 kg è sempre incluso.

Una volta giunti sull’isola di destinazione, poi, ci si sposta con le biciclette spesso messe a disposizione gratuitamente dalle strutture o magari con i Truck – piccoli camion trasformati in bus – che viaggiano sulle isole più grandi, e che sono frequentati dalla straordinaria gente del luogo.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

In Polinesia come Chiara Ferragni e Fedez, ma in versione low bud...