I parchi naturali della Georgia da non perdere

La Georgia (USA) si trova in una regione ricca di attrazioni naturalistiche spettacolari e parchi nazionali di grande bellezza e suggestione. Scopriamo le località da non perdere

La Georgia è lo stato degli USA del sud dalla maggiore estensione territoriale tra il Mississippi e l’oceano atlantico, una regione dove si possono incontrare una gran varietà di ecosistemi naturali di estrema bellezza e suggestione, dalle alte montagne del nord fino alle umide paludi della zona meridionale.

Questa ricchezza naturalistica ha portato l’amministrazione della Georgia, nel corso degli anni, a istituire numerosi parchi e riserve naturali per preservare l’ecosistema e conservare la flora e la fauna originari del continente americano, con un’attenzione particolare anche alla dimensione storica delle aree protette.

In questo senso sono molto interessanti da visitare i parchi storico-naturalistici che oltre alla conservazione del patrimonio naturale permettono di scoprire nei dettagli le vicende delle battaglie combattute in Georgia durante la Guerra Civile Americana, che tra il 1861 e il 1865 vide questo Stato schierarsi tra i confederati.

In questa guida indicheremo i parchi e le riserve naturali più interessanti e le mete da non perdere in un viaggio in Georgia (USA) tra natura e storia.

Cumberland Island National Seashore, si tratta della riserva naturale più famosa della Georgia, situata sull’omonima isola a poca distanza dalla costa sud dello stato, e che insiste su un’area di circa 150 chilometri quadrati dove l’ecosistema si è conservato incontaminato e selvaggio. Sull’isola, accessibile solo prendendo il traghetto pubblico dalla costa, si può esplorare in libertà la foresta marittima ed è permesso il campeggio senza restrizioni, rispettando ovviamente le norme per la sicurezza dell’ecosistema.

Oltre che l’incontro con la spettacolare fauna che popola l’isola, come cavalli selvaggi, granchi violinisti e moltissimi uccelli marini, su Cumberland Island si possono visitare le rovine di Dungeness, l’antica tenuta della famiglia Carnegie che in passato era la proprietaria dell’intera area e fare una sosta nel centro visitatori del parco, che offre interessanti mostre per scoprire tutti i segreti della riserva naturale e tutte le informazioni sui sentieri che attraversano l’isola.

Chickamauga & Chattanooga, questo grande parco storico-naturalistico della Georgia insiste sull’area di alcune delle battaglie più cruente della Guerra Civile Americana , precisamente nel 1863 quando le forze dell’Unione si scontrarono con i Confederati prima di entrare ad Atlanta nelle battaglie di Chickamauga and Chattanooga. All’interno del parco si possono visitare le ricostruzioni dei campi degli eserciti dell’unione e confederato e persino assistere alla ricostruzione delle battaglie dove centinaia di attori in costume fanno rivivere le ore più drammatiche degli scontri.

Oltre che una vastissima rete di sentieri e siti per escursioni nel parco si possono visitare i centri studio del parco dove si trovano delle validissime collezioni di armi e mostre di documenti e fotografie d’epoca. Inoltre nella regione del parco si può visitare il Moccasin Bend, un’area archeologica dove sono stati ritrovati reperti dei primi abitanti del continente americano risalenti a più di 10.000 anni fa

Chattahoochee River National Recreation Area, è una particolare riserva naturale che occupa una vasta area nei pressi del corso del fiume Chattahoochee nella zona centro settentrionale della Georgia. All’interno del parco si può pescare, campeggiare ed esplorare buona parte delle foreste che circondano il fiume, entrando in contatto con la natura selvaggia del Nordamerica. Tra le attrazioni più interessanti che si trovano nel parco vale la pena visitare le rovine del distretto di produzione della carta di metà Ottocento, dove si possono vedere da vicino le strutture dove veniva realizzata una delle carte più pregiate di tutti gli stati del sud, prima che la guerra mettesse in ginocchio lo stato.

Stone Mountain Park, un sito unico nel suo genere, dove si possono effettuare escursioni e percorsi di scalata sulla montagna solitaria Sonemountain e visitare il bassorilievo all’aperto più grande del mondo. Questa grande opera è stata realizzata durante gli anni Settanta e rappresenta alcuni momenti della Guerra Civile Americana dal punto di vista confederato, suscitando da sempre perplessità per via di una visione revisionista della storia. Sulla cima della monolite si può raggiungere una spettacolare piattaforma panoramica che offre una splendida vista su tutta l’area circostante.

Appalachian Trail, più che un parco naturale è un percorso spettacolare immerso nella rigogliosa natura dei monti Appalachi, che attraversa un sistema di aree protette e parchi nazionali. L’intero percorso del tracciato copre una distanza di oltre 3.510 chilometri che conduce fino allo stato del Maine e permette di esplorare la vera natura selvaggia degli Stati Uniti tra foreste secolari e paesaggi di una bellezza indimenticabile. Bisogna però ricordare che anche la parte del percorso sul territorio della Georgia non va preso alla leggera e per affrontare i sentieri è necessaria preparazione fisica, conoscenza del territorio o una guida esperta e molta prudenza poiché l’area è popolata da orsi ed è facile perdersi nella vastità delle foreste degli Appalachi.

Okefenokee National Wildlife Refuge, è una riserva naturale di grande importanza poiché preserva un ecosistema fragile e unico, l’area umida sulla costa nord della Georgia, con le sue foreste e paludi che ospitano una grande varietà di specie animali e vegetali. Tre le attrazioni della riserva si trovano le spettacolari colonie di uccelli acquatici che vivono tra i pini della foresta costiera e gli spaventosi alligatori americani che abitano nella grande palude centrale.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

I parchi naturali della Georgia da non perdere