Tra sfogliatelle e babà: è Napoli la città più dolce del nostro Paese

Non solo pizza, la vera attrazione di Napoli è l'impresa dolciaria che la rende la città più dolce d'Italia. Provare per credere

Di dolci, zucchero e farina è fatta anche Napoli, la città del sole e del mare che tutti noi abbiamo imparato ad amare per le sue contraddizioni e per quella sua generosità che conquista e che rapisce il cuore.

Perché il capoluogo campano è così, autentico in ogni sua sfaccettatura, viscerale nel suo modo di darsi e di aprirsi alle persone. Di Napoli ci si può solo innamorare.

E se tutto quello che la città campana ha da offrire, dalle atmosfere dinamiche contemporanee ai riti antichissimi nascosti all’ombra delle case scarupate, non bastasse, ecco che Napoli oggi acquista un altro appellativo che farà sognare i più golosi.

Dolci di Napoli

Pasticceria nel cuore di Napoli – Fonte Getty Images

Già, perché il territorio ai piedi del Vesuvio è il più dolce del nostro Paese. E non lo dice solo chi ogni giorno si perde tra strade e vicarielli del centro storico per assaggiare le delizie campane sfornate dalle pasticcerie, ma lo confermano i numeri. Qui l’impresa dolciaria è fiorente, al punto tale da determinare Napoli come la città più dolce d’Italia.

Il capoluogo partenopeo è in testa alla classifica delle città italiane con ben 2427 aziende dolciarie diffuse su tutto il territorio. Le pasticcerie puntellano ogni angolo della città così da rendere ogni momento della giornata quello giusto per fare una merenda dolce, quindi se siete a dieta questa è la destinazione assolutamente da non raggiungere.

La verità è che la pasticceria napoletana e campana è davvero unica. Provate a chiedere conferma a chi, dall’altra parte del mondo si affida al delivery per non rinunciare tutto l’anno a pastiere e struffoli Made in Naples.

sfogliatelle

Sfogliatelle – Fonte iStock

Le persone chiedono e Napoli risponde con una serie di imprese locali dolciarie nate proprio per soddisfare le esigenze, e il palato, di cittadini e viaggiatori di tutto il mondo.

Ma cosa rende i dolci campani così buoni? La pasticceria napoletana è un mix perfetto di contaminazioni, creatività casareccia e prestiti diplomatici conditi con la giusta dose di cuore, ingredienti questi che rendono ogni prodotto incredibile.

La lista di questi dolci è lunghissima, dalla zuppetta napoletana che è la variante locale della zuppa inglese, ai dolci natalizi come mostaccioli e roccocò. Impossibile non menzionare la pastiera o gli struffoli, e che dire della sfogliatella? Il vero dilemma qui è scegliere tra la riccia o la frolla, mangiate rigorosamente calde.

Ultimo ma non meno importante, il re della pasticceria napoletana: il babà; un dolce che è diventato sinonimo di Napoli nonostante le sue origini estere.

La lista dei dolci di Napoli non finisce qui, ovviamente, ma lasciarvi con l’acquolina in bocca e una buona dose di zuccheri per iniziare, ci sembra il pretesto migliore per invitarvi a organizzare un tour high carb nella città più dolce d’Italia, o partecipare ad uno dei tour organizzati alla scoperta dei suoi sapori e dello street food locale fra le vie del centro storico.

babà

Babà – Fonte Getty Images

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tra sfogliatelle e babà: è Napoli la città più dolce del nostro Pa...