Luoghi della memoria: dove sono in Italia

La giornata internazionale della memoria spinge tantissimi turisti presso i cosiddetti "luoghi della memoria"

Sono 180 i luoghi della memoria in Italia, che è bene conoscere e visitare non soltanto nella giornata internazionale del 27 gennaio. Ecco i siti principali nei quali recarsi.

Il 27 gennaio si celebra la Giornata della Memoria, nel corso della quale vengono commemorate le vittime della Shoah. Una ricorrenza internazionale che si declina attraverso incontri, mostre ed eventi di vario genere.

In questa giornata e non solo è possibile visitare svariati luoghi della memoria, per la maggior parte situati presso le 21 comunità ebraiche presenti sul territorio italiano. Nello specifico si tratta di 20 musei, 60 sinagoghe e 100 cimiteri storici. Il totale raggiunge quota 180 eppure poco meno di trenta siti generano un reale interesse turistico. Il 50% dei visitatori è rappresentato da studenti impegnati in visite organizzate, con percentuali ancora basse per quanto concerne le altre categorie.

Memoriale della Shoah Milano

Molti i luoghi da scoprire, sparsi per le regioni italiane. In Lombardia è presente la Fondazione Memoriale della Shoah, sita a Milano. Per potervi mettere piede è necessario recarsi negli spazi sottostanti alla Stazione Centrale. Qui vennero caricati su vagoni merci migliaia di ebrei e oppositori tra il 1943 e il 1945, per essere trasportati verso Auschwitz e altri campi di concentramento. A ciò si aggiungono inoltre il Museo e la Sinagoga di Sabbioneta.

In Piemonte è possibile visitare il Complesso Museale Ebraico di Casale Monferrato. È qui presente una delle collezioni di oggetti d’arte ebraica più importanti in Europa. L’elenco dei luoghi significativi in regione è però alquanto ampio, con la Sinagoga e la Mostra Permanente di Carmagnola e la Sinagoga e il Museo Ebraico di Asti.

In Lazio è immancabile il Museo ebraico di Roma, sito nel complesso monumentale del Tempio Maggiore. Aperto al pubblico nel 1960, è stato realizzato in un’area molto significativa, essendo quella che vide il ghetto ebraico nella capitale italiana.

I luoghi della memoria in Italia sono davvero tanti e, soltanto tra i principali, è necessario citare in Veneto il Museo Ebraico di Venezia, così come il Museo della Padova Ebraica di Padova. In Lazio è possibile recarsi presso il Sacrario delle Fosse Ardeatine, mentre in Toscana è attivo il Museo Ebraico di Firenze. Meritano una visita inoltre i musei di Pitigliano e Livorno, così come la Sinagoga di Siena.

L’ampia lista non termina di certo qui, proseguendo ad esempio con il Meb di Bologna e il Museo Ebraico di Trieste ad esempio. Elementi d’assoluta importanza storica, sociale e culturale, da valorizzare tutto l’anno per non essere relegati alle 24 ore di una giornata internazionalmente riconosciuta.

Sinagoga di Siena

Luoghi della memoria: dove sono in Italia