Gerusalemme, Tel Aviv, Eilat: le tappe israeliane del Giro d’Italia 2018

Da Gerusalemme ad Eilat, passando per Tel Aviv e per città storiche e commerciali: il Giro d'Italia 2018 ha inizio in Israele, ed è l'occasione perfetta per visitare un Paese tra i più belli al mondo

È uno degli appuntamenti ciclistici più celebri del mondo, il Giro d’Italia. E, per la prima volta, non partirà da una città europea. Il prossimo 4 maggio, la gara prenderà infatti il via da Gerusalemme, “La città eterna”. Qui, come in ogni altra sua tappa, sarà possibile approfittare dell’evento per regalarsi un tour della città e del Mar Morto.

Breve ma molto articolata, la prima tappa del Giro d’Italia comincerà e si esaurirà a Gerusalemme; le due tappe successive, invece, si svolgeranno tra Haifa e Tel Aviv – la seconda – e tra Be’er Sheva ed Eilat la terza. Chi sceglierà di seguire questa prima fase della competizione, dunque, potrà andare alla scoperta di quello straordinario Paese che è Israele. Un luogo di storia e di cultura, ma anche di relax e di divertimento, con i suoi luoghi di culto e quelle lunghe spiagge affacciate sul Mar Mediterraneo e sul Mar Rosso.

Gerusalemme, Tel Aviv, Eilat: le tappe israeliane del Giro d'Italia 2018

Il consiglio è di recarsi a Gerusalemme qualche giorno prima dalla partenza del Giro d’Italia: solo così si avrà tutto il tempo necessario per visitare una delle città più belle del mondo. La sua Città Vecchia, Patrimonio dell’Unesco, in un chilometro quadrato racchiude luoghi dal grandissimo significato religioso: il Muro del Pianto, il Monte del Tempio, la Basilica del Santo Sepolcro, la Cupola della Roccia, la Moschea al-Asqa. E poi il Quartiere Arabo, la Torre di Davide, il Monte degli Ulivi. In ogni angolo, Gerusalemme regala ai visitatori un pezzo di storia. E sensazioni uniche, che a lungo rimangono impresse.

Gerusalemme, Tel Aviv, Eilat: le tappe israeliane del Giro d'Italia 2018

Haifa, città di partenza della seconda tappa, è invece un importante centro industriale affacciato sul Mediterraneo. “A Gerusalemme si prega, a Tel Aviv ci si diverte, ad Haifa si lavora”, recita un detto. E, in effetti, questa città costruita ai piedi del Monte Carmelo, in una baia naturale, è un porto importantissimo. Qui si trovano alcune tra le principali università del Paese, ma anche molti luoghi di culto. E poi mostre, concerti, eventi di ogni tipo. Perché la cultura, ad Haifa, è più viva che mai.

Decisamente più orientata al divertimento è Tel Aviv, con i suoi 34 anni di età media e con un fervore culturare che ha pochi eguali al mondo. A Tel Aviv si passeggia tra le gallerie d’arte del quartiere francese, si assaggia il cibo locale al Carmel Market, il più grande mercato di frutta e verdura della città. E poi si va in spiaggia, tra famiglie con bambini e giovani in vena di far festa. Del resto, se le principali compagnie aeree low cost hanno introdotto collegamenti tra Tel Aviv e l’Italia, un motivo c’è…

Gerusalemme, Tel Aviv, Eilat: le tappe israeliane del Giro d'Italia 2018

La terza e ultima tappa israeliana del Giro d’Italia ha inizio da Be’er Sheva. Qui si può ammirare lo straordinario sito archeologico Tel Be’er Sheva, probabilmente i resti di un’antichissima città biblica. Ed è da qui che ricomincia il Giro, alla volta di Eilat. Sulle rive del Mar Rosso, è uno dei principali spot del mondo per le immersioni. Vi attraccano le navi da crociera e ha splendide spiagge sabbiose affacciate su altrettanto splendide acque. Il luogo giusto per una vacanza al mare, dopo aver seguito le prime tappe del Giro d’Italia.

Gerusalemme, Tel Aviv, Eilat: le tappe israeliane del Giro d’Ita...