Un giorno nel capoluogo della Carinzia, Klagenfurt am Wörthersee

Itinerario alla scoperta del capoluogo della Carinzia, un giorno per vederne il centro storico e molto di più per apprezzare la natura del sud dell'Austria

Klagenfurt am Wörthersee è il capoluogo della Carinzia, la regione più meridionale dell’Austria. La città occupa una posizione centrale all’interno del Bundesländer austriaco e si trova in prossimità del lago di Wörth. La Carinzia è una regione storica che fino al XIX secolo ha fatto parte del Sacro Romano Impero e successivamente è diventata parte del territorio dell’Impero Asburgico. Nel corso del XX secolo si sono svolti due prebisciti, il primo nel 1920 e il secondo dopo la Seconda guerra mondiale, per annettere la regione alla Jugoslavia; ma entrambi hanno dato esito negativo e la Carinzia ha continuato ad essere parte dell’Austria.

Il capoluogo della Carinzia è una città che vanta una storia quasi millenaria, fu infatti fondata nel corso del XII secolo lungo il corso del fiume Glan dal Duca di Carinzia. A causa della frequenza delle alluvioni nella zona la città fu rifondata in una zona più sicura e si sviluppò nel corso dei secoli intorno all’attuale Alter Platz. La città di Klagenfurt, fortemente caratterizzata dalla presenza del Wörthersee è oggi un centro ricco di fascino, il luogo ideale per chi ricerca una vacanza dove conciliare cultura e attività all’aria aperta.

Il nostro itinerario alla scoperta del capoluogo della Carinzia parte dal centro storico e precisamente dal Neuer Platz dove si trova il famoso Lindwurm. L’ampia piazza ospita infatti la Fontana del Drago, un monumento che rapprenta la mitologica bestia che secondo alcune leggende avrebbe occupato il luogo su cui poi venne costruita Klagenfurt.
Neur Platz fu costruita nel corso del XVI secolo e ospita edfici in stile neoclassico come Palazzo Porcia e Palazzo Orsini-Rosemberg, sede oggi del Rathaus del capoluogo della Carinzia. Al centro della piazza si trova infine il monumento dedicato a Maria Teresa d’Austria.

In Kramergasse, una delle prime aree urbane pedonali dell’Intera Austria, si trova la famosa statua di Wörtherseemandl, opera dell’artista austriaco Heinz Goll. La buffa statua rappresenta uno gnomo nell’atto di ammonire i passanti, l’acqua che sgorga perennemente dalla sua botte rappresenta invece la ricchezza idrica della regione.

In Heiligengeistplatz si trova il Landhaus, uno dei principali palazzi del capoluogo della Carinzia, ex sede del Parlamento dell’Assemblea Regionale e oggi sede del governo provinciale. L’edificio fu costruito alla fine del XVI secolo sul sito di una precedente fortificazione, ma nel corso dei secoli è stato ristrutturato più volte, anche a causa dei conflitti armati.

Poco distante si trova l’Alter Platz, la Piazza Vecchia, che è oggi poco più che una larga via su cui si affacciano alcuni storici palazzi. Da vedere Palazzo Welzer, l’edificio risalente al XVII secolo che ospitò l’Altes Rathaus, il Vecchio Municipio. Spicca nella piazza anche la Dreifaltigkeitssäule, la Colonna della Trinità risalente al XVII secolo, eretta per ricordare le vittime della peste che colpì la città nel 1680.

Poco distante si trova la Stadthauptpfarrkirche St. Egid, una delle chiese più antiche del capoluogo della Carinzia. La chiesa fu costruita nel corso del XIII secolo sul sito di un precedente edificio religioso. Oggi è caratterizzata dalla presenza di un alto campanile costruito alla fine del XVII secolo, altre ristrutturazioni sono state operate nel corso dei secoli e della struttura originaria rimane oggi ben poco. Vale la pena però salire sul campanile che offre ai visitatori una vista spettacolare della città e del panorama circostante.

Proseguendo in direzione nord si giunge a Theaterplatz dove si trovano il Stadttheater, costruito all’inizio del XX secolo secondo lo Jugendstil, e lo Stadthaus, un palazzo nobiliare risalente al XVIII secolo che oggi ospita mostre d’arte. In questa parte della città si trova una grande area verde costituita da diversi piccoli parchi.

L’itinerario alla scopera del capoluogo della Carinzia non può essere completo senza la visita alla Domkircke, il Duomo di Klagenfurt situato in Domplatz. La chiesa fu costruita nel XVI secolo ed è dedicata ai Santi Pietro e Paolo, da vedere l’interno ricco di decorazioni barocche. Nelle vicinanze si trova il Museo Diocesano che oltre ad arredi e oggetti religiosi conserva alcuni preziose opere d’arte. Vi segnaliamo anche la presenza Museum Moderner Kunst Kärnten, il museo di Arte Moderna, ospitato in un edificio storico, e la Casa Museo di Robert Musil, un importante scrittore austriaco del XX secolo. Se avete la possibilità di trascorrere nel capoluogo della Carinzia più di un giorno vi consigliamo inoltre di visitare l’abbazia di Viktring e i castelli di Tentschach ed Hallegg.

Non dimenticate anche che durante la bella stagione il lago di Klagenfurt è attrezzato come un vero e proprio centro balneare. La spiaggia sul Wörthersee è una delle attrazioni più frequentate dai turisti che, come gli abitanti austriaci, approfittano delle temperature miti per fare un bagno o per cimentarsi negli sport acquatici, come la canoa o il windsurf. Se viaggiate con i bambini non potete non visitare il Minimundus, un parco tematico che ospita le ricostruzioni in miniatura di più di cento monumenti mondiali, un modo simpatico e interattivo per conoscere e ammirare le meraviglie dell’umanità.

La regione della Carinzia è un territorio ricco di offerte turistiche di cui il capoluogo è solo una prima tappa. In occasione di una visita nella regione non dimenticate di visitare la città di Villaco e i numerosi laghi che rendono unico il paesaggio, non solo il Wörthersee, ma anche l’Ossiacher See, il Millstätter See e il Faaker See. Durante la stagione invernale la Carinzia offre agli sportivi numerose stazioni sciistiche attrezzate e centri cittadini che si animano con i tradizionali mercatini di Natale.

Un giorno nel capoluogo della Carinzia, Klagenfurt am Wörthersee