Il trend di viaggio del 2019? La vacanza “fuoco e ghiaccio”

Niente più indecisioni sulla meta delle proprie vacanze: ora si viaggia tra ghiaccio e fuoco

La scelta di una vacanza è un momento molto impegnativo. Sono tante le cose da decidere e spesso tanti sono i compromessi a cui giungere, soprattutto quando si viaggia in gruppo.

Le domande che ci si pone sono veramente infinite e diventa davvero difficile arrivare ad una conclusione soddisfacente che coniughi le diverse necessità. Vacanza rilassante o avventurosa? L’obiettivo del viaggio è trovare un clima caldo, fare il bagno in pieno inverno e prendere il sole o sciare fino allo sfinimento?

Il viaggiatore indeciso fatica a capire quale caratteristica far prevalere nella scelta, però, probabilmente, è possibile rispondere a tutti i quesiti senza rinunciare a nulla. Con la nuova tendenza dei viaggi tra fuoco e ghiaccio si parte con un clima e si finisce con l’altro, sperimentando quindi diverse esperienze contemporaneamente.

Questa nuovo mood pare essere destinato a diventare popolare, dal momento che permette ai viaggiatori di sfruttare al massimo le giornate, infatti si può procedere in due modi: per chi ha tempo limitato, esistono destinazioni che racchiudono la caratteristica del “doppio clima”; chi, invece, può concedersi una lunga vacanza, potrebbe scegliere due destinazioni completamente opposte.

Esistono alcune mete famose per essere “sia incendiate sia ghiacciate”, permettendo all’ospite di destreggiarsi tra attività differenti all’interno del soggiorno, senza doversi neanche muovere.

  • Argentina

La più popolare destinazione caratterizzata da clima caldo, mare cristallino, città fantastiche dove fare shopping ed immergersi nella cultura popolare. Allo stesso tempo, i più estremi possono andare a sciare in Patagonia, regione sterminata che si estende dal 40° parallelo al 52°.

Buenos Aires, la capitale argentina, merita una visita per la sua lunga storia e tradizioni, che la rende una città affascinante e cosmopolita. Definita la “Parigi del Sud America”, è un misto di stili architettonici e di parchi verdi che le donano un gusto romantico e poetico.

E per gli amanti del clima freddo, Ushuaia, detta la Fin del Mundo, è la città giusta. Rappresenta realmente un confine naturale, data la sua posizione geografica, poiché è la città più a sud del paese, oltre la quale si possono raggiungere solo i ghiacciai del polo Sud. E perché, allora, non regalarsi anche una crociera sull’Antartide?

  • Nuova Zelanda

Nella terra dei maori, nell’emisfero australe, il clima è al contrario, rispetto all’Italia e le temperature si dividono in due zone precise, che corrispondono alle due isole principali dello stato neozelandese, chiamate Isola del Nord e Isola del Sud, divise solo dallo stretto di Cook.

L’Isola del Sud è quella più grande e che presenta il clima più rigido, essendo esposta sia al gelo dell’Antartide, sia dai venti che soffiano da occidente vero oriente. Le sue temperature invernali si aggirano intorno ai 6°, ma non è raro che crollino sotto lo zero. In estate, invece, si raggiungono i 18° diventando perfetti per gli appassionati di volo con l’aliante, sport favorito dalle correnti ascensionali.

A Wellington, la capitale, il clima è più mite e simile quasi a quello europeo ed è possibile permettere ai visitatori di effettuare escursioni all’aria aperta o dedicarsi, in estate, agli sport acquatici basati sulla vela, divenendo un vero paradiso per i velisti e surfer.

  • Islanda

L’Islanda è un vero paradiso incontaminato nell’Oceano Atalantico, con scenari da togliere il fiato, dividendosi tra ghiacciai e sorgenti termali, per vivere una vacanza spettacolare. Il viaggio perfetto è, sicuramente, tra i mesi di giugno e agosto, quando le temperature sono accettabili ed è possibile coniugare una vacanza estiva al fresco ed attività uniche in terre ancora selvagge.

La prima tappa del viaggio è Reykjavík, la capitale della città, ricca di fascino ed in cui è possibile ritrovare un terzo della popolazione islandese. Proprio qui è possibile unire le bellezze del centro storico con la folleggiante vita notturna.

Gli appassionati delle vacanze rilassanti, potranno, invece visitare la piscina geotermale di Laugardalur, dove il clima è caldo, oppure allungarsi a sud di circa 40 km dalla capitale per scorgere le sorgenti termali e le pozze di fango bollente e la meravigliosa Laguna Blu, una delle attrazioni più famose e frequentate dell’isola.

islanda

Islanda

Il trend di viaggio del 2019? La vacanza “fuoco e ghiaccio&...