Dubai: 10 cose incredibili da fare senza spendere un centesimo

Ecco i nostri consigli, 10 cose da fare a Dubai che sono completamente gratuite

Chi ha detto che una vacanza a Dubai debba essere per forza costosa? Volo e hotel a parte (sui quali si può comunque risparmiare, scegliendo le soluzioni migliori), una volta arrivati nell’Emirato si può visitare la città, vedere luoghi incredibili e fare esperienze sensazionali – per cui Dubai è famosa – senza spendere neppure un centesimo.

Ecco i nostri consigli, 10 cose da fare a Dubai che sono completamente gratuite.

1. Assistere allo spettacolo delle fontane danzanti sotto il Burj Khalifa, il grattacielo più alto del mondo, è molto emozionante: tutti i giorni dalle 18.00 alle 23.00 ogni 30 minuti il meraviglioso show d’acqua di The Dubai Fountain con sottofondo musicale affascina le migliaia di turisti che si raccolgono intorno alla gigantesca piscina ad assistere alla fontana coreografica più grande del mondo (un altro record di Dubai). Alche il grattacielo viene illuminato con gigantesche proiezioni laser su tutta l’altezza (828 metri).

2. Visitare Bur Dubai, il quartiere storico della città, spesso considerato il vero centro. Completamente riqualificato, questo quartiere mantiene ancora oggi intatta la sua atmosfera. È qui che tutto ha avuto inizio, quando Dubai era soltanto un piccolo villaggio di pescatori. Si possono ammirare numerose moschee tra cui la Grande Moschea, per la quale è stato costruito il minareto più alto della città, e la Moschea Iraniana, con le sue splendide piastrelle blu. In questa zona si trova anche l’unico tempio indù del Paese.

3. Andare in spiaggia a Dubai non costa nulla. Ci sono alcuni stabilimenti privati, ma la spiaggia è aperta a tutti. Ci sono diverse zone della città dove andare in spiaggia. La nuova zona di La Mer ricorda un po’ Miami Beach. Spiaggia grande, cabine colorate, scuole di surf e tantissimi bar, locali e negozi, compresi i furgoncini di street food.

4. Un’altra zona di spiagge – forse la più frequentata da turisti ed expat – è Jumeirah, dove c’è JBR The Beach. Chiusa da una lunga fila di grattacieli che ospitano hotel e appartamenti, questa spiaggia ricorda il Larvotto di Montecarlo. Ci sono alcuni stabilimenti con gazebo e grandi pouf, lounge bar e tanti ristoranti. I bagni con le docce sono gratuiti.

5. Altra spiaggia dove andare è quella di Mamzar Park Beach, un angolo molto esotico della città, costeggiata da file di palme e con la sabbia bianchissima.

6. Impossibile venire a Dubai e non visitare i suoi suq. C’è quello delle spezie, quello dei profumi, quello dei tessuti e quello dell’oro. Si trovano all’interno di edifici storici, con imponenti ingressi e si sviluppano lungo viali dai quali si diramano decine di vicoli e vicoletti, tutti pieni zeppi di negozi. Non è necessario acquistare nulla, il divertimento è proprio curiosare e contrattare, venendo via anche a mani vuote, ma con le narici sature di aromi come l’oud – detto il legno degli dei – e la cannella.

7. Sempre in tema di shopping, ogni sabato mattina nel quartiere degli affari di Business Bay si svolge un simpatico Sunrise Market, il mercato all’alba. Tantissime bancarelle di artigianato locale spongono oggetti e ci si può fermare a fare colazione tra i numerosi furgoncini che propongono ogni sorta di cucina internazionale. Un altro mercatino, questa volta di prodotti biologici, si tiene il venerdì mattina a Zabeel Park, un grande parco cittadino ai piedi del Dubai Frame, l’ultima attrazione aperta nel 2018. Anche gli expat vengono qui a fare la spesa e sarà divertente mischiarsi a loro in un’atmosfera che ricorda tanto quella del West Village a New York.

8. Per chi ama fare attività fisica, a Dubai si tengono lezioni di yoga e fitness gratuite in diverse zone della città. A Marasi Business Bay si può partecipare a una sessione di yoga all’alba o al tramonto al Marasi Yoga Hub senza essere soci, mentre al Mall of the Emirates, il centro commerciale più grande del mondo (altro record!), dalla domenica al mercoledì si tengono lezioni gratuite di FlyWheel, spinning e di altre attività fisiche.

9. All’interno del Mall c’è il Dubai Aquarium & Underwater Zoo il cui ingresso è a pagamento. Tuttavia, una parete del centro commerciale coincide con quella del parco a tema ed è di fatto un enorme acquario dove si possono ammirare centinaia di pesci tra cui squali e pesci spada. Sarà un po’ come esserci entrati.

10. La corsa dei cammelli è una vera tradizione a Dubai e i turisti possono assistere alle gare al Dubai Racing Club, dove l’accesso a certe zone del circuito è gratuito. Sono previsti tanti posti per i visitatori, tutti con una bella visuale sulla pista da cui ammirare gli animali e i loro cavalieri che si sfidano.

Dubai: 10 cose incredibili da fare senza spendere un centesimo