Dormire ad Harvard o a Yale: ora puoi anche se non sei studente

Tanti i club delle università storiche in giro per il mondo che offrono camere per membri e non solo

Da New York a Bruxelle è ora possibile dormire negli storici club di prestigiose università, cimentandosi in un viaggio nella storia.

Si è sempre più spesso alla ricerca di località particolari per le proprie vacanze. Location da sogno, in edifici storici, oppure ambienti minimali ma immersi nella natura. L’ultima particolare aggiunta a questa intrigante tendenza porta i turisti a scoprire il fascino intramontabile degli storici club delle università. Un passo in un antico mondo, tra cultura e storia, dando la possibilità a chiunque volesse di pernottare nelle sedi di circoli esclusivi, appartenenti ad atenei di gran prestigio.

Yale Club

Yale Club

Una moda decisamente positiva, che mette locali e turisti sempre più a contatto con alcuni tra gli edifici più rappresentativi della comunità nella quale vivono o che stanno visitando. La storia trasuda dalle pareti, offrendo un’esperienza unica, ben al di là di quanto garantito dalla media degli alberghi.

Le possibilità di prenotazione variano da luogo a luogo. Non è così insolito scoprire che soltanto gli ospiti di membri del club in questione possono pernottare, così come i loro familiari. Alla lista si aggiungono inoltre quelli che vengono definiti “reciprocal”, il che indica i membri di altri club in giro per il mondo, gemellati con quello preso in considerazione.

I club che offrono un servizio di pernottamento non sono soltanto universitari, ma anche nautici, sportivi e automobilistici. È possibile andare alla scoperta – ad esempio – dell’Harvard Club di Boston: la prestigiosa università propone camere per membri o “reciprocal” nel quartiere esclusivo di Back Bay, con tariffe a partire dai 200 euro a notte. A Bruxelles si può invece accedere alla Fondation Universitaire, con 13 camere a disposizione dei membri, i loro ospiti e tutti coloro che fanno parte della comunità scientifica.

Oxford and Cambridge Club

Oxford and Cambridge Club

L’Hope Club di Providence è stato fondato più di 140 anni fa ed è tra i più antichi in America. È aperto ai membri, ai loro ospiti o familiari. Il Berkeley City Club, di Bekeley, ha aperto le proprie porte 90 anni fa, e oggi offre camere arredate con pezzi originali degli anni Trenta, disponibili per chiunque. A Londra è possibile dormire nell’Oxford and Cambridge Club, una vera e propria istituzione a disposizione di membri e “reciprocal”.

La lista è particolarmente lunga, con il Princeton Club di New York disponibile per studenti ed ex studenti. Il Royal Northern & University Club di Aberdeen, fondato nel 1854; lo Yale Club di New York, nato nel 1897 e sito dinanzi la Grand Central Station, a disposizione dei soci e dei loro ospiti; l’University Club of St. Paul in Minnesota, l’University Women’s Club di Londra e l’University Club of Milwaukee.

Princeton Club

Princeton Club

Dormire ad Harvard o a Yale: ora puoi anche se non sei studente