Cosa fare a Banana Island, al largo delle coste di Doha

Da Doha a Banana Island, in catamarano o in yacht, per un'esperienza rilassante dominata dal lusso più sfrenato

Doha continua la propria evoluzione, proponendo una perla artificiale a largo delle proprie coste: Banana Island, l’isola resort da visitare almeno una volta in vita.

Doha ha molto più da offrire di quanto i turisti possano pensare. Nell’immaginario generale è ormai fissa l’idea di vacanza caratterizzata da spettacolari dune, giganteschi grattacieli e uno stile di vita lussuoso. La capitale del Qatar sa però dimostrarsi sempre particolarmente versatile. A renderlo alquanto chiaro è la presenza dell’ormai nota Banana Island, sita appena a largo delle coste cittadine.

Banana Island

Il perché del nome è facilmente intuibile, data la particolare forma che la caratterizza. Si tratta di una lussureggiante isola resort, che ha aperto le sue porte al pubblico nel 2015 e in breve è divenuta una meta obbligatoria per vip e amanti dello sfarzo.

Il resort è comodamente raggiungibile in catamarano, consentendo ai turisti di godere delle spettacolari acque, osservando il panorama urbano di Doha allontanarsi lentamente. Il punto di partenza è sito a Dhow Harbour, da dove sarà inoltre consentito prendere il largo con la propria imbarcazione personale, verso Banana Island o altri lidi. Qualora non doveste essere provvisti di yacht, c’è un catamarano che vi attende proprio di fianco al fantastico Museo d’Arte Islamica.

Banana Island

Accoglienza da sogno, camere ampie e ben curate e un micro-universo totalmente dedito al relax. Impossibile ritrovarsi in un punto dell’isola dal quale non si possa godere di una vista sbalorditiva, considerando le dimensioni del resort galleggiante. Al mattino ci si potrà dunque risvegliare con dinanzi a sé acque cristalline, impossibili da dimenticare una volta impressi nella propria memoria.

In totale sono a disposizione dei clienti 141 tra camere, bungalows e ville. Sorprendenti le dimensioni, con 55 mq che è la superficie delle camere più piccole, per così dire. Una statistica che aumenta vertiginosamente fino a raggiungere quota 360 mq. Il tutto è sapientemente decorato con design arabo e mosaici, ideati per impreziosire gli ampi bagni. Le ampie vetrate sono di certo un vantaggio, garantendo una vista di pregio, ma potrebbero dar fastidio in fase di risveglio. Per proteggersi dai raggi del sole e godersi un meritato riposo fin da quando lo si desideri, ogni camera presenta delle tende elettronicamente regolabili. A ciò si aggiungono mini-bar, macchine del caffè ed enormi tv a schermo piatto. Previste inoltre numerose attività, oltre ovviamente al restare sulla spiaggia da 800 metri a curare la propria tintarella. Sarà possibile cimentarsi in immersioni, gite in kayak, snorkeling e molto altro.

Banana Island

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cosa fare a Banana Island, al largo delle coste di Doha