Cosa vedere a Nine Elms, il nuovo distretto trendy di Londra

Oggetto di un'ambiziosa riqualifica, Nine Elms è un distretto più grande del Principato di Monaco, ed è il cuore cool della capitale inglese

Tra Vauxhall e Battersea, Nile Elms è il distretto emergente più cool di Londra. Un distretto nato da un ambizioso progetto di recupero e di riqualificazione, nel cuore della città, poco lontano dalle principali attrazioni turistiche della capitale.

Il Palazzo di Westminster, Sloane Square, la Tate Britain, il Battersea Park: tutto si può raggiungere a piedi, da Nile Elms. Il nuovo distretto londinese – racchiuso tra il Lambeth Bridge, a nord, e il Chelsea Bridge, a sud – copre l’Albert Embankment (parte della sponda sud del Tamigi), una porzione del quartiere Vauxhall e larga parte di Battersea. Si tratta infatti della più ampia area che, nel centro di Londra, sia mai stata oggetto di riqualificazione (per intenderci, l’intero Principato di Monaco è più piccolo).

Qui si trova, ad esempio, la Battersea Power Station, una centrale termolettrica datata 1933 che, chiusa cinquant’anni dopo, è ad oggi il più grande edificio in mattoni d’Europa. Ed è anche questo enorme edificio dagli interni finamente decorati, che oggi vanta laghetti e viali alberati, ad aver attirato l’attenzione di aziende e investitori privati: presto saranno completati i lavori che faranno della centrale un esclusivo complesso di appartamenti, loft, gallerie d’arte, boutique e ristoranti. E la Apple stabilirà qui la sua sede londinese.

Battersea Power Station

In realtà, più che di singoli posti, Nile Elms è fatto d’atmosfera: si respira un’aria unica, in questa zona a sud del Tamigi, e perdersi a piedi tra le vie del distretto è la scelta migliore. Solo così si possono vedere tutti i progetti di ristruttuazione attualmente in corso, e immaginarsi come il volto di quest’area presto cambierà. E solo così si possono scoprire veri e propri gioielli fuori dalle rotte turistiche tradizionali.

Tra locali cool e gallerie d’arte, all’interno di Nile Elms si possono vedere luoghi storici come la Pagoda della Pace (splendido tempio buddista) oppure modernissimi, come quella Newport Street Gallery voluta da Damien Hirst: a ingresso gratuito, l’artista mette qui in mostra – con esposizioni temporanee, sempre diverse – le sue oltre 3000 opere. Ci sono poi i parchi, con i Vauxhall Pleasure Gardens, il Pedlar’s Park e il Vauxhall Park che formano una rete di spazi verdi chiamati a collegare il nuovo Nine Elms Park con il Battersea Park. E le vie: per fare un tuffo nel passato, basta passeggiare per Old Paradise Street o per Black Prince Road.

Newport Street Gallery

Mentre i progetti di riqualifica procedono, lo fanno anche i lavori pubblici: entro il 2020 verrà inaugurata la Northern Line Extension, che permetterà di raggiungere in un quarto d’ora Nine Elms dalla Città di Londra (il “borgo” che occupa la porzione più antica della città) e dal West End.

Cosa vedere a Nine Elms, il nuovo distretto trendy di Londra